Seguici su

Cerca nel sito

“Informativa Imu inviata dal Comune di Pomezia a cittadini residenti ad Ardea”

Qualora l'immobile o gli immobili posseduti ricadono sul territorio di Ardea, l'imposta va versata al Comune di Ardea

Più informazioni su

Il Faro on line – Nei giorni scorsi, a causa di dati catastali non aggiornati dall´Agenzia del Territorio di Roma, il Comune di Pomezia ha inviato informative con le istruzioni per il pagamento dell´IMU (Imposta Municipale Unica) anche a cittadini residenti nel Comune di Ardea e/o a possessori di immobili nel Comune di Ardea. Tali avvisi, al di là delle procedure di pagamento che risultano uguali per tutti i comuni, riportano però il codice da indicare sul modello F24 che fa riferimento al Comune di Pomezia, codice che è errato se l’immobile in possesso è nel Comune di Ardea.

Pertanto alla luce di quanto suindicato, qualora l’immobile o gli immobili posseduti  ricadono sul territorio di Ardea, l’imposta va versata al Comune di Ardea, indicando il seguente codice: M213. Diversamente, in caso di presenza di immobili ricadenti sul territorio comunale di Pomezia, il soggetto passivo di imposta è tenuto al versamento indicando il codice G811. Nei prossimi giorni il Comune di Pomezia e il Comune di Ardea, congiuntamente, metteranno in campo azioni per informare, il più capillarmente possibile, i destinatari degli avvisi in questione. Si ricorda che sul sito istituzionale del Comune di  Ardea è presente una apposita sezione denominata Speciale Imu 2012 dove è a disposizione tutta la normativa e un apposito link per effettuare la simulazione per il calcolo on line dell’Imu da pagare”.

Può essere che l’assessore alle finanze e patrimonio, che i consiglieri Policarpo Volante e Alberto Montesi, che sollevarono  giustamente il problema conoscendo i fatti, si siano assopiti? Fatti che vennero sciorinati ampliamente in un lungo consiglio comunale. Il sindaco Di Fiori perché non persevera sulla nota inviata dall’allora assessore Maria Pia Pagano all’attenzione del dottor Travaglini? Che fine ha fatto l’indagine dei carabinieri di Pomezia aperta a seguito di una informativa del capitano Aldo Secci su una chiara e dettagliata relazione dell’architetto Vincenzo Diana? Fatto questo della definizione dei confini che con un semplice ricorso al Tar bloccherà ogni variante urbanistica. Il non poter effettuare varianti urbanistiche per questa amministrazione sarebbe come non esistere. Sono molti i cittadini che chiedono al sindaco di Ardea che ha impegnato la sua campagna elettorale sulla legalità di riprendersi il territorio rutulo invaso da manufatti autorizzati dal comune di Pomezia.
Luigi Centore

Più informazioni su