Seguici su

Cerca nel sito

“Eccellente” la qualità del mare di Formia

Il dato confermato da una valutazione dell’Area Conservazione Qualità Ambiente della Regione Lazio

Più informazioni su

Il Faro on line – La qualità del mare di Formia è stata valutata eccellente dell’Area Conservazione Qualità Ambiente della Regione Lazio. Una notizia accolta con soddisfazione da parte degli amministratori comunali e dagli operatori turistici dei due litorali di Formia. La nota regionale – inoltrata al Sindaco del Comune di Formia – fa riferimento al decreto approvato dalla Presidente della Regione Lazio in materia di “ Individuazione e classificazione delle acque destinate alla balneazione”. Il prospetto allegato evidenzia i punti di prelievo, la classe di qualità delle acque e le zone interessate alla balneazione. A leggere le carte ci si accorge del grande salto di qualità raggiunto. Infatti  dal confine del Comune di Gaeta alla diga foranea del porto di Formia lo stato del mare è stato giudicato eccellente.

“ Un risultato – spiega l’assessore al turismo Vittorio Pecorino – raggiunto attraverso una serie di interventi, di sistemazione e bonifica del torrente Pontone. Stessa cosa dicasi dello specchio acqueo davanti all’albergo Miramare, valutato eccellente fino a 300 metri parte sinistra del Rio Santa Croce. Eccellenti poi risultano le acque da 700 metri a destra del Rio Santa Croce a confine del Comune di Minturno.Questi risultati – aggiunge l’assessore al turismo – evidenziano la forte vocazione turistico-balneare della nostra costa e consentono una gestione sostenibile della risorsa mare alla vigilia dell’inizio della stagione estiva. I punti di prelievo per l’analisi delle acque hanno interessato il torrente Pontone, l’area di Santojanni ed il Porto Romano.

I dati trasmessi rappresentano certamente un buon viatico per gli operatori turistici che potranno contare su un offerta della balneazione ai massimi livelli di qualità. I risultati resi noti dalla Regione Lazio fanno riferimento alle analisi effettuate da Arpa Lazio e gratificano gli sforzi intrapresi da questa amministrazione tesi a sanare appunto le varie criticità ambientali, dovute in prevalenza alla presenza di una serie di scarichi fognari abusivi. L’allegato  trasmesso dalla Regione penalizza con il divieto di balneazione solo la parte interna del Porto di Formia ed il Rio Santa Croce, in un’area  non interessata alla balneazione e alle attività imprenditoriali turistiche. Su tutti gli altri tratti di mare della costa la fruibilità delle acque ha raggiunto livelli di qualità definite eccellenti da Arpa Lazio. 

I segnali di una eco-compatibilità marina  – continua l’assessore – del resto si erano già registrati lo scorso anno, allorché segnalammo il livello di trasparenza e purezza del mare in una zona attigua alla Guardia Costiera, meglio conosciuta come “la  spiaggia dei sassolini”. Dopo gli interventi di messa in regola della condotta fognaria di alcune attività commerciali su via dell’Unità d’Italia è stato possibile accertare un livello di qualità del mare assolutamente idoneo alla fruizione di villeggianti e turisti. Stesso discorso per quanto concerne il litorale di ponente dopo il massiccio intervento di pulizia e di sistemazione degli argini del torrente Pontone. In materia di politiche ambientali del mare è stato fatto un grande lavoro che ci ha portato a raggiungere risultati straordinari. A piazza largo Paone – conclude Pecorino –  abbiamo realizzato una nuova condotta fognaria di allaccio al depuratore per tutti quei fabbricati non in regola e che sversavano liquame dentro il porto ed all’interno della darsena di Mola”.

Più informazioni su