Seguici su

Cerca nel sito

Citta’ Nuove di Fiumicino: “Confermiamo la fiducia a Terrevoli”

"Qualora non vi siano le condizioni per proseguire in questo percorso si valutera' l'idea di un nuovo progetto"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Prendiamo atto della sfiducia che Perazzolo ha perpetrato nei confronti del nostro presidente, Cristian Terrevoli (nella foto), cui sono seguite le sue dimissioni dall’incarico regionale. Forse ne comprendiamo anche i motivi ma, confermiamo la nostra linea di contrarietà all’ingresso in maggioranza del movimento”.

Si è riunito in seduta straordinaria, il Consiglio direttivo della sede Città Nuove Fiumicino di via Tempio della Fortuna. Nel corso dell’incontro è stato affrontato il momento molto delicato all’interno della Fondazione locale e sono state analizzate sia le dichiarazioni di Salvatore Ronghi, membro del direttivo nazionale di Città Nuove, che dell’onorevole Maurizio Perazzolo. 

“E’ di estrema gravità – si legge in un comunicato stampa a firma del direttivo di via Tempio della Fortuna – che la sede locale di un movimento non venga attenzionata della linea politica che i vertici hanno dettato facendo cadere tutte le belle parole che sottolineavano come le linee politiche dovessero essere concertate con le realtà del territorio”.

“Ad ogni modo oggi – si legge nella nota – registriamo a titolo ufficiale che l’unica realtà sul territorio, per altro battezzata da regolare inaugurazione, sia quella di Città Nuove in via Tempio della Fortuna. Non è dato sapere come siano distribuiti i poteri e le facoltà del soggetto politico vista la non visibilità di uno statuto sul quale prendere indicazioni e regole comportamentali. Ad oggi ci si è limitati ad attribuire poteri e facoltà a chi siede in Consiglio comunale dove, ci risulta essere stato effettuato solo un cambio della guardia, ma non un atto ufficiale con l’apertura di una sede”.

“Detto ciò a nome di tutti gli iscritti, che sono stati prontamente attenzionati, il Consiglio direttivo conferma la fiducia al nostro Presidente Cristian Terrevoli come nostro referente e chiediamo di mantenere la posizione espressa dal direttivo e da tutti gli iscritti. Riteniamo che qualora non vi siano le condizioni per proseguire il percorso dettato nel giorno del nostro ingresso nella fondazione si debba persistere in un nuovo progetto che rispecchi gli elementi fondativi che hanno caratterizzato fin qui le nostre decisioni”.

Più informazioni su