Seguici su

Cerca nel sito

“Questione B4A, il primo ottobre manifestazione di piazza”

Pagliuca: "Siamo stanchi delle promesse dei politici, troppe contraddizioni e troppi rinvii"

Più informazioni su

Il Faro on line – “E’ da tempo che assistiamo a promesse su promesse, soluzioni definitive che poi si trasformano in annunci smentiti dai fatti. L’ultimo in ordine di tempo, è l’ennesimo rinvio a settembre per trovare una soluzione alla questione dei B4A… Un rinvio che lascia presentire come, al momento, nessuna soluzione possa essere vagamente contemplata”. Lo afferma in un comunicato Fabrizio Pagliuca, presidente del Comitato B4A che ribadisce come la pazienza sia giunta ormai la capolinea. “Noi non vogliamo fare come fanno i politici che spesso fanno finta di non capire. No, noi vogliamo comportarci diversamente. Aspetteremo pazientemente tutto il mese di settembre (in attesa del miracolo) e, a partire dal primo ottobre, scenderemo in piazza”.

“Abbiamo letto le sollecitazioni del movimento Gil, di Mario Russo D’Auria, e concordiamo con lui sulla necessità di dare un segnale forte. Il primo ottobre sarà il giorno di rinascita civile e soprattutto di ribellione a un modo di fare politica che purtroppo è incapace di dare risposte vere alla gente”.

“L’Imu sui terreni vincolati – conclude Pagliuca – è una sorta di furto che si protrae da troppo tempo. Rivogliamo indietro i soldi, in quanto sono soldi pagati sulla scorta di promesse mai realizzate. La cosa buffa, anzi drammamtica, è che paghiamo per restare a rischio di esondazione… Trovate che sia un paese normale il nostro?”.
Riccardo Ragozzini

Più informazioni su