Seguici su

Cerca nel sito

“Ipotesi discarica a Pizzo del Prete, gravissima l’astensione provinciale del Pd”

Le critiche del Pdl: "Questa cantonata non fa altro che smascherare tutte le contraddizioni e il falso populismo"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Con l’astensione alla mozione del Pdl provinciale in cui si escludevano le aree di Pizzo del Prete, Valle Galeria e Pian dell’Olmo come possibili siti per ospitare una discarica, Zingaretti e il Pd hanno palesato tutta la propria incoerenza”. 
Lo dichiarano il consigliere provinciale del Pdl, Anselmo Tomaino e il presidente del consiglio comunale di Fiumicino, Mauro Gonnelli. 
“Mentre la Regione Lazio e il Comune di Fiumicino approvando una serie di documenti in cui si tutelano queste tre aree di altissimo pregio naturalistico, hanno espresso in maniera coerente una posizione più volte palesata che ha saputo raccogliere le istanze dei territori, il Pd provinciale non ne ha avuto il coraggio, decidendo di astenersi e non sostenere la linea di contrarietà sulle ipotesi Pizzo del Prete, Valle Galeria e Pian dell’Olmo presentata dal Pdl, approvando al contrario una mozione che non dà risposte concrete all’emergenza rifiuti e contiene solo un astratto orientamento su un nuovo ciclo dei rifiuti e un vago cenno sull’importanza della raccolta differenziata”. 

“Questa cantonata non fa altro che smascherare le contraddizioni e il falso populismo che fino a oggi ha caratterizzato la linea del Partito democratico, bravissimo a cavalcare per fini propagandistici la battaglia anti-discarica, molto meno a proseguire con i fatti quella stessa linea”. 

LA MOZIONE (in allegato) PRESENTATA E APPROVATA DAL PDL IERI IN CONSIGLIO PROVINCIALE, CON L’ASTENSIONE DEL PD, IMPEGNAVA IL PRESIDENTE ZINGARETTI 

– a sostenere la posizione di contrarietà al sito di Pian dell’Olmo in tutte le sedi competenti nel pieno rispetto della volontà espressa all’unanimità dal Consiglio Provinciale con la mozione n. 386 del 7/10/2011 e alla luce degli ulteriori fattori di criticità espressi dagli organi dello Stato sopra richiamati;

– ad attivarsi presso il Commissario Straordinario per l’Emergenza Rifiuti affinché siano presi in esame siti alternativi rispetto a quelli di Valle Galeria, Pian dell’Olmo e Pizzo del Prete anche alla luce del documento predisposto dalla Provincia di Roma in merito all’”Individuazione delle zone idonee alla localizzazione degli impianti di smaltimento rifiuti”, ovvero sia preso in esame la possibilità di attivare procedure di smaltimento dei rifiuti che non contemplino l’individuazione di nuove discariche sul territorio;- a chiedere l’annullamento del decreto di occupazione delle aree di Quadro Alto n. 208625 del Commissario delegato Prefetto Pecoraro del 24 ottobre 2011, sito già in precedenza ritenuto inidoneo a seguito delle verifiche condotte dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con le più autorevoli e accreditate strutture pubbliche competenti in materia. 

E invita altresì la Regione Lazio a valutare l’opportunità, anche alla luce della mozione del Consiglio Regionale n. 403 approvata in data 12 giugno u.s. e di quanto in premessa esposto, di annullare l’intero documento denominato “Analisi Preliminare di individuazione di aree idonee alla localizzazione di discariche per rifiuti non pericolosi nella Provincia di Roma“.

Più informazioni su