Seguici su

Cerca nel sito

Mare di Roma beach soccer, inizia l’avventura

Parte il campionato italiano di Serie A. Tecnica, passione e sudore per diventare i primi della classe

Più informazioni su

Il Faro on line –  Fatica, tanta fatica. Al punto che un giocatore non può resistere oltre 4 minuti (6 per i più “tosti”) consecutivi in campo. Ma anche tattica, quasi come una partita a scacchi, dove ognuno sa dove posizionarsi e qual è il proprio ruolo. E ancora tanta tecnica, per riuscire a domare un pallone imbizzarrito dalle irregolarità della sabbia e riuscire a fare passaggi felpati e tiri al fulmicotone. E poi passione per la competizione, amore per il mare e la spiaggia. C’è tutto questo nel meraviglioso mondo del beach-soccer, dove la Serie A si appresta a disputare un’altra stagione. E Roma ha la sua squadra, competitiva, concentrata, determinata: la Mare di Roma Beach Soccer. In una conferenza stampa effettuata nella sala consiliare del XIII Municipio l’intera squadra si è presentata, nuovi innesti e storici giocatori, insieme ai tecnici e allo staff dirigenziale. Obiettivo dichiarato è arrivare alle finali di Terracina del 13 agosto. 

La squadra è composta da tutti ragazzi (più qualche “senatore”) che durante l’inverno giocano nelle varie categorie di calcio, e che si radunano poi in vista della competizione su spiaggia, che ha caratteristiche completamente diverse dal calcio tradizionale. Mare di Roma, targato Ostia, è dunque la punta di diamante della capitale nel mondo del beach soccer. Ma non tutti sanno che l’avventura è nata nella vicina Fiumicino, precisamente nel 2007 quando il responsabile del settore giovanile del Fiumicino ’85, Massimiliano De Celis, dopo un master in federazione ebbe l’idea di provare a dare al territorio del litorale romano – e dunque a Roma – una propria squadra. L’esperienza fu esaltante, e da lì non si è più fermata, anche se per motivi organizzativi la sede è stata spostata a Ostia, dove ha trovato nuovi finanziatori. Quando nacque il Mare di Roma persino Milano – che avrà pure tante cose ma certo non il mare – era iscritta al campionato. Nel 2008, dunque, iol boom, con l’ingresso nelle finali nazionali.

Nel 2009 il tecnico degli esordi, De Celis, stacca la spina per altri incarichi prestigiosi (chiamato a fare il Ct della nazionale tedesca di beach soccer), ma l’avventura è continuata. Oggi De Celis è tecnico della nazionale ungherese, ma segue da vicino il primo amore Mare di Roma con la qualifica di Supervisore tecnico. Sul campo, a dare disposizioni, “fiato” e preparazione ci sono i due allenatori Alfonso Lazzari e Mario Di Marco, che insieme ai ragazzi mettono sul campo passione e sudore. Il presidente Antonio Cannone ci mette… tutto il resto.

Il campionato si svolgerà diviso in due gironi, centro/nord e centro/sud, ai quali partecipano 7 squadre ciascuno, e giocherà per diversi week-end durante l’estate. La 4 migliori di ogni girone parteciperanno alle finali nazionali, con un tabellone di tipo “tennistico”, che si svolgeranno appunto a Terracina. Ogni partita dura 3 tempi da 12 minuti ciascuno.

Angelo Perfetti

L’organigramma

Presidente: Antonio Cannone
Direttrice Marketing: Liliana Bonfiglio
Segretario: Marco CalvanoTeam Manager: Claudio Arcaro
Supervisore Tecnico: Massimiliano De Celis
Allenatore: Alfonso Lazzari
Allenatore In Seconda: Mario Di Marco
Fisioterapista: Marco Piselli
Dirigente Accomp.: Vincenzo Marino
Responsabile Sito: Marco Calvano

Gli sponsor

Jean Counsin Ostia
Maria Russo Air Style
N.O.T.A. Noleggi Senigallia
Thera Sistemi informatici
Fabulous

Più informazioni su