Seguici su

Cerca nel sito

Gil: “Immondizia, cassonetti e telecamere. Un fiume di denaro”

Russo D'Auria: “Mancano i cassonetti, i due mezzi per lavarli sono rotti, rotti anche i tre camion che sollevano i contenitori dei rifiuti ma a Pesce Luna si spendono soldi per installare 18 telecamere”

Più informazioni su

Il Faro on line – “La raccolta dei rifiuti non funziona, le discariche abusive sono in aumento, i cassonetti non vengono lavati, nell’area nord del territorio comunale ogni giorno si leva un grido d’allarme, 5 mezzi per la raccolta e pulizia dei cassonetti sono in avaria (nella foto)… ma invece di riparare tutto ciò si pensa ad installare 18 nuove telecamere all’interno del sito di Pesce Luna. Ma che gestione è questa? E’ forse questo il motivo della chiusura della discarica che per qualche tempo ha… rifiutato – scusate il gioco di parole – i rifiuti ingombranti?”

A chiederselo è Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino) che della questione rifiuti ha fatto un punto programmatico del suo impegno sociale e politico.

La situazione della raccolta dei rifiuti sul territorio comunale è sotto gli occhi di tutti. A nulla è servito l’aumento del 40% fatto sulle vecchie tariffe, a nulla è servito il cambio di società per la gestione della raccolta. Siamo da capo a dodici: Fiumicino è una città sporca. E la colpa non è degli operatori ecologici che fanno ciò che possono con i mezzi messi a loro disposizione, ma è di chi gestisce dall’alto che evidentemente ha forti carenze. E di controllo da parte dell’Amministrazione sull’azienda che è subentrata e che dovrebbe – come da capitolato d’appalto – garantire un certo tipo di servizio. Anche in questo caso i cittadini non sono a conoscenza di nulla, ma vedono solo – anzi subiscono sulla propria pelle – i disservizi.

Vediamo che non si possono sostituire i cassonetti che si rompono perché non ci sono in magazzino. E così in via Opacchiasella da un mese e mezzo manca un cassonetto, inghiottito nel momento della raccolta a causa di un mal funzionamento del meccanismo del camion. A tutt’oggi non è stato sostituito nonostante le nostre segnalazioni e quelle della famiglia Sabellico. Peraltro la signora Cesarina Sabellico è una disabile di 83 anni impossibilitata dunque a cercare con la… mappa un altro cassonetto utile.

Più informazioni su