Seguici su

Cerca nel sito

Lotta al commercio abusivo, il Piano del delegato alla Polizia locale

Luca Fanco: "Smantelleremo questa piaga che ha un effetto devastante su tutti i negozianti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il neo delegato alla polizia municipale ha convocato per venerdì 22 giugno presso l’ufficio del sindaco i comandanti delle forze di polizia locali ai quali verrà chiesto di stroncare il commercio abusivo svolto dai “vu cumprà” sull’arenile di Ardea. Una piaga che da anni proprio per lo scarso controllo (l’anno scorso un solo blitz ed a fine stagione) richiama in zona stranieri in prevalenza nord africani da tutti i paesi d’Italia. Non è escluso conoscendo l’esuberanza e la caparbietà del delegato che questi possa rivolgersi ad enti superiori per mettere fine a questa attività. 

“In merito a quanto preannunciato, nell’ambito della Delega alla Polizia Locale, – spiega Fanco – mi sono immediatamente attivato per contrastare il fenomeno diffuso degli ambulanti abusivi sul litorale”. Il consigliere delegato ricorda le richieste avanzate al comandante della Polizia Locale, Francesco Passaretti, il quale chiedeva che con somma urgenza venissero effettuare verifiche e controlli su tutto l’arenile di giurisdizione del comune di Ardea; ispezioni che secondo il delegato dovevano essere concentrate specialmente nel fine settimana, con personale in borghese. I blitz contro i “vu cumprà” erano frequenti prima del pensionamento del tenente colonnello Luciano Martinelli, o durante il “tempo libero” del capitano Aldo Secci. 

“Ho sottolineato – spiega con non poca amarezza il delegato Fanco – che il commercio abusivo, costantemente effettuato sul litorale, ha avuto ed ha tutt’oggi un effetto devastante sui commercianti regolari, commercianti che attendono la buona stagione per riequilibrare le perdite dell’inverno, danni anche alle casse statali e comunali, nonché sulla salute dei cittadini. Basti pensare – ricorda il delegato – che riescono a vendere di tutto, generi alimentari privi di minima garanzia e controlli  quali panini, cocco, dolciumi, (specializzato in tali sequestri è stato il compianto tenente colonnello Vito Ranaldi (foto di fianco) oltre all’abbigliamento: scarpe, bigiotteria, giocattoli, gonfiabili, borse, cinte e prodotti di ogni genere). Per i motivi ampiamente spiegati e, per assolvere al prestigioso incarico affidatogli dal sindaco, Fanco ha chiamato intorno a un tavolo istituzionale, tutte le forze di polizia locali.

I convocati  in primis il Comandante della Polizia Locale Francesco Passaretti, il Sostituto Commissario Dott. Antonio Oliviero Comandante la squadra Navale Polizia di Stato Anzio, il Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Ardea Luogotenente Antonio Landi, il Comandante della stazione carabinieri di Carabinieri di Tor San Lorenzo Maresciallo Roberto Fareri, il Comandante dell’Ufficio Locale Marittimo Maresciallo Giuseppe Falato.

A Fanco sembra non bastino gli organi istituzionali su menzionati in loro aiuto per sconfiggere la piaga dell’abusivismo commerciale insieme ai militari è stata invitata un’associazione di volontariato quale la Guardia Nazionale Ambientale.

“Studieremo e concorderemo quali iniziative da intraprendere  congiuntamente, con somma urgenza, per reprimere e prevenire il fenomeno diffuso del commercio abusivo e sicurezza spiagge. Questa è un’ulteriore risposta, con i fatti, all’opposizione che continua a criticare a prescindere, oltre che diffondere notizie false e tendenziose sull’operato della maggioranza che guidata dal Sindaco Di Fiori sta dimostrando immediatamente di affrontare con massima attenzione e serietà le problematiche che attanagliano i cittadini di Ardea ed il loro territorio”.

A questi comunicati ed azione concrete di Fanco la popolazione applaude vedendo in lui la soluzione al problema… un problema trascurato in danno ai commercianti di Ardea.
Luigi Centore

Più informazioni su