Seguici su

Cerca nel sito

“Lavori, stesse criticita’ ai tempi della sinistra”

Cardillo Cupo: "L'intervento in atto a Piazza IV Novembre mira alla fruibilità degli spazi urbani"

Più informazioni su

Il Faro on line – “I disagi e le criticità alla stazione di Formia esistevano anche al tempo dei governi della sinistra, la consigliere Mariarita Manzo dovrebbe ben ricordarlo”. A parlare è l’assessore alla viabilità Pasquale Cardillo Cupo.

“ Nell’anno 2000 – sottolinea Cardillo Cupo – furono eseguiti lavori di riqualificazione dell’intera piazza IV Novembre con recupero e pulizia della fontana, nuova segnaletica e sistemazione del manto stradale. Subito dopo iniziarono i lavori per la realizzazione del parcheggio multipiano  ed il trasferimento – dall’ex scalo merci  alla postazione dell’attuale sede del Dlf – del cavo di alimentazione sulla linea elettrica necessario per l’esercizio ferroviario della direttissima Roma-Napoli. In quella circostanza – precisa l’assessore – tutto il servizio pubblico bus – Cotral venne dirottato al porto Vespucci, senza che da qui venisse avviato alcun servizio sostitutivo navetta per la Stazione. Questi i fatti che la Manzo sembra aver dimenticato”. 

“I cittadini, gli utenti ed i pendolari per mesi furono costretti a subire lo stesso disagio che oggi la consigliera del SEL denuncia attraverso un’interrogazione. Ma come si fa a sostenere una posizione critica alimentando una polemica sui lavori in corso nel piazzale antistante dell’impianto FS e non ricordare che il medesimo scenario di criticità si era già palesato negli anni di governo del centrosinistra?”.

“L’intervento in atto a Piazza IV Novembre mira al recupero, alla trasformazione ed alla fruibilità degli spazi urbani privilegiando la pedonalità, la valorizzazione ambientale e l’arredo. Tutte opere tendenti ad eliminare lo stato di degrado, il decongestionamento caotico dei bus e la sosta selvaggia dei motorini. Stiamo in una parola ottimizzando l’area pubblica e valorizzando gli spazi. L’esponente del SEL che si dichiara ambientalista ad oltranza dovrebbe plaudire anziché manifestare perplessità. Negli anni 90’ sempre il governo centrosinistra aveva optato per Largo Paone quale capolinea del Cotral. Un esperimento fallito sul  nascere e che qualora fosse andato a porto avrebbe aumentato per i pedoni la distanza con la Stazione. La realtà – conclude l’assessore – è che disporre di una stazione al centro della città comporta da un lato dei vantaggi ma dall’altro crea anche una serie di problematiche attinenti propria la viabilità e la sosta. Fermo restando – conclude l’assessore – che al termine dei lavori l’amministrazione metterà in campo ogni forma di iniziativa utile a risolvere qualsiasi tipo di criticità”.

Più informazioni su