Seguici su

Cerca nel sito

“Mare-Monti”, approvato il progetto definitivo

Questo primo tratto dell'arteria consentira' una efficace decongestione del traffico da via Piave al centro della cittàa'

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio comunale ha approvato in via definitiva il progetto del primo tratto della “Mare-Monti”. Il progetto, del costo complessivo di 10 milioni di euro già interamente finanziato, prevede la realizzazione di 1,5 km di strada nel tratto che va dalle autolinee a via del Saraceno.Dopo che il progetto era stato approvato dalle Commissioni consiliari competenti, lo scorso mese di aprile, si era passati alla pubblicazione per eventuali osservazioni che sono state recepite oggi dal Consiglio comunale. Ora tutta la documentazione verrà inviata al Comitato Tecnico della Regione per le controdeduzioni che dovranno essere fatte entro 45 giorni, trascorsi i quali si passerà alla fase esecutiva.                          

Questo primo tratto dell’arteria consentirà una efficace decongestione del traffico da via Piave e dunque verso il centro della città, dirottandolo esternamente lungo la direttrice autolinee – stazione di Latina Scalo e rappresenta il primo nucleo dell’intera viabilità “Mare-Monti” destinata a mutare il quadro della mobilità territoriale

“Abbiamo completato l’iter previsto in tempi record – afferma l’assessore Giuseppe Di Rubbo – anche perché siamo di fronte a una infrastruttura strategica destinata a migliorare la viabilità ma anche il sistema di mobilità della città di Latina e dell’intero territorio provinciale. La “Mare-Monti” rappresenta, infatti, un asse viario strategico che finalmente sta per diventare realtà grazie all’approvazione del progetto definitivo. Nel giro di poche settimane saremo in grado di espletare le procedure per appaltare i lavori per poi procedere all’apertura dei cantieri. Sottolineo che si tratta di un’opera già interamente finanziata, che quindi non graverà sul prossimo bilancio ma consentirà invece di dare respiro a questo importante settore economico”.                                                            
Il Consiglio comunale ha inoltre approvato in via definitiva tre piani ERP (edilizia residenziale pubblica)  nell’ambito del piano decennale di edilizia economica e popolare predisposto dall’amministrazione comunale di Latina predisposto in collaborazione dagli assessorati alla Pianificazione e governo del territorio, guidato da Orazio Campo, e attuazione urbanistica diretto dall’assessore Giuseppe Di Rubbo.    

I piani approvati oggi danno il via libera alla realizzazione ci circa 100mila metri cubi  di edilizia agevolata, di cui 72mila per il Piano di Zona “La Rosa”  e 19mila per il Piano di Zona in via Zani.     

“Anche questi provvedimenti consentiranno di dare respiro e beneficio al settore edile – afferma l’assessore Di Rubbo – oltre a mettere a disposizione abitazioni per famiglie in difficoltà economiche. In particolare il Piano “La Rosa” permetterà di realizzare un vero quartiere modello, con aree servizi, piste ciclabili, edilizia che utilizza sistemi e materiali a basso impatto ambientale. Saranno, insomma, nuove aree residenziali davvero lontane dai modelli dei quartieri “popolari” del passato”.             

Ricordiamo che piano decennale di edilizia economica e popolare predisposto dall’amministrazione comunale di Latina prevede i seguenti dati:

27 aree totali da destinare ad Edilizia residenziale pubblica, distribuite su tutto il territorio comunale;

2.600 nuove abitazioni economiche e popolari, di cui 500 in edilizia convenzionata;

4 aree pronte ad essere portate in Consiglio comunale per l’immediata attuazione, per un totale di n. 400 abitazioni (3 sbloccate oggi);

due aree hanno l’iter in fase di completamento;  

un indotto economico complessivo di circa cento milioni di euro a seguito della realizzazione degli alloggi.                  

L’iter seguito da questa pianificazione è il seguente: il Comune ha acquisito le 27 aree in oggetto attraverso apposito bando pubblico, a costo zero per il Comune lasciando al privato il 28% delle cubature che però non sono ad edilizia libera ma convenzionata; ora il programma quadro di Edilizia residenziale pubblica passa in Commissione urbanistica per poi essere approvato definitivamente dal Consiglio comunale. Nel frattempo si sta procedendo all’approvazione dei piani di zona con iter separato che prevede passaggi in Commissione urbanistica e Consiglio comunale. 

Da aggiungere al piano ERP anche la risoluzione del contenzioso con i privati per l’area ex Svar, con via libera ad altre 120 abitazioni in edilizia convenzionata.

“Stiamo dato seguito in breve tempo a punti essenziali del nostro programma – afferma il Sindaco Giovanni Di Giorgi – Sono soddisfatto perché questo ci consente di dare risposte chiare alla città, specie alle giovani coppie e a tutti coloro che non hanno i mezzi per acquistare casa. Si tratta di una progettazione di qualità. Ringrazio in particolare gli uffici comunali che hanno lavorato con grande impegno”.

Più informazioni su