Seguici su

Cerca nel sito

Il meglio della qualità gastronomica laziale

Il Faro on line - “Un manuale completo, divertente da sfogliare e soprattutto un valido strumento per valorizzare i prodotti enogastronomici di qualità della nostra regione”. Lo ha dichiarato Angela Birindelli, assessore alle politiche agricole della Regione Lazio alla presentazione della “Guida ai Ristoranti di Roma e del Lazio 2012 – 2013” firmata La Repubblica che si è svolta a Roma presso l’enoteca regionale Palatium. Insieme all’assessore hanno partecipato il presidente della Regione Lazio Renata Polverini e il presidente Arsial Erder Mazzocchi. “Mi fa piacere che sulla copertina dell’edizione della Guida di quest’anno appaia per la prima volta anche il riferimento al Lazio, a significare che non solo in tanti ristoranti della Capitale ma anche in tanti altri luoghi delle nostre provincie si possono conoscere e apprezzare le produzioni nostrane. Per questo la Guida è soprattutto un importante veicolo per la scoperta della qualità raggiunta in questi ultimi tempi dal settore primario.

Tutto ciò è perfettamente in linea con quanto stiamo cercando di sollecitare dalla Regione attraverso le nostre politiche agricole volte a coniugare la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche con le bellezze dei territori. Lo abbiamo fatto anche attraverso le proposte normative fin qui avviate. Abbiamo da poco approvato la legge sulla tracciabilità del prodotto agricolo e auspico che a breve sarà approvata la legge sul Km zero che permetterà di portare sulle tavole prodotti interamente regionali”. La nona edizione della Guida ai Ristoranti di La Repubblica contiene le segnalazioni di 1100 ristoranti di Roma e fuori Roma (di cui circa 100 nella provincia di Viterbo), 154 pizzerie, 618 botteghe del gusto, 133 catering, 96 agriturismi, 91B&B. Ed ancora 50 produttori di vino, 70ricette, mercati rionali, centri benessere e itinerari del gusto. "Un’offerta straordinaria che si amplia ogni anno di più – ha concluso l’assessore Birindelli – di pari passo alla crescente importanza economica del settore agricolo laziale. "

Più informazioni su

Più informazioni su