Seguici su

Cerca nel sito

Alla Polverini il premio per la legalità

Il Faro on line - “E’ un grandissimo onore ricevere questo premio che ci motiva ancora di più nel nostro impegno a garanzia della legalità”. Lo ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che oggi a Palermo ha ricevuto il Premio ‘Un Amico Presidente, insieme per la Legalità’ assegnato dal Centro studi culturale ‘Parlamento della Legalità’, in occasione del XX anniversario delle stragi di Capaci e via D'Amelio, nel corso di una iniziativa a  palazzo dei Normanni. Polverini in mattinata ha visitato la sede del ‘Parlamento della Legalità’, a San Cipirello, accompagnata dal presidente del Centro studi, Nicolò Mannino e dal sindaco di San Cipirello, Antonino Giammalva. La Regione Lazio è stata selezionata dal Centro Studi che ha esaminato numerosi dossier regionali sui progetti per promuovere e diffondere la cultura della legalità. Il Parlamentino ha ritenuto di assegnare il premio alla Regione Lazio per la quantità e soprattutto la qualità dei progetti e delle iniziative adottati dal 2010 al 2012.

“Sin dal nostro insediamento - ha aggiunto Polverini - abbiamo ritenuto prioritario l'impegno per la legalità e per questo ho voluto che in Giunta ci fosse un assessorato per la Sicurezza e la Legalità. Abbiamo messo in campo molti interventi, anche in collaborazione con le forze dell'ordine, il mondo dell'associazionismo e tutti i soggetti che si occupano di legalità, garantendo da un lato sostegno concreto agli operatori della sicurezza, attraverso il Patto Roma sicura e il primo Patto per il Lazio sicuro, e dall’altra avviando progetti utili, soprattutto per i giovani, a favorire il radicarsi della cultura della legalità e della sicurezza. Abbiamo attivato la prima Agenzia per i beni confiscati alla mafia, interventi di videosorveglianza nei parchi e lungo i fiumi, messo in campo azioni in quei settori a rischio infiltrazione da parte della criminalità. Abbiamo voluto anche attraverso lo sport lanciare un forte segnale per la legalità organizzando una maratona, con il coinvolgimento delle associazioni dilettantistiche, cui hanno aderito con entusiasmo 2500 persone. Oggi è una delle giornate più belle vissute da presidente della Regione e metto la mia persona e la mia amministrazione a disposizione del Parlamento della legalità per combattere con voi una battaglia che dobbiamo vincere insieme”.

“Ognuno di noi ricorda cosa stava facendo quando sono stati uccisi Falcone e Borsellino – ha aggiunto poi Polverini in riferimento al ventennale delle Stragi di Capaci e via D’Amelio -. Da quel momento purtroppo il nostro  paese ha compreso fino in fondo cosa dovevamo combattere e contro chi. Quelle due stragi hanno segnato in maniera definitiva un argine tra chi sta da una parte e chi dall'altra, voi ragazzi state sempre da questa parte, dalla parte della legalità. E' più faticoso e impegnativo, richiede passione civile e impegno personale ma è la parte giusta. Ora faccio parte di questa squadra del Parlamento della legalità e porto con orgoglio questo premio nella mia regione”. Il presidente Mannino ha sottolineato come il premio “è del Lazio, della sua gente onesta. Vogliamo che Polverini diventi con questo premio ambasciatrice di pace con noi”. Mannino ha infine donato alla presidente Polverini una copia di una delle schede di Paolo Borsellino, e una targa “Con Renata Polverini sul sentiero della legalità. Per un presente a colori. Con te è possibile”.

Più informazioni su

Più informazioni su