Seguici su

Cerca nel sito

Premio Fregene, ecco i vincitori

Tutto pronto per la 37esima edizione che si terrà il 7 luglio presso l'Arena Fellini

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Premio, che è stato fondato dal giornalista Gino Pallotta nel 1979, attribuisce annualmente unriconoscimento a personalità che hanno contribuito con il loro impegno letterario, artistico,scientifico e professionale alla crescita della nostra società e si prefigge l’obiettivo di aiutare apromuovere la diffusione di una cultura portatrice di valori di progresso e di civiltà.

La Giuria consegnerà i riconoscimenti ai seguenti vincitori:
Roberto Napoletano, Direttore de Il Sole 24 ORE, Giornalismo

Michele Santoro, Giornalismo televisivo per la trasmissione “Servizio Pubblico”

Petros Markaris, Premio Internazionale

Francesca Caferri, Saggistica, “Il Paradiso ai piedi delle donne. Le donne e il futuro del mondomusulmano”  Mondadori

Premio Speciale-Narrativa: “Siamo noi, siamo in tanti. Racconti dal carcere”curato da AntonellaBolelli Ferrera, Rai-Eri (20 storie autentiche di detenuti che narrano le circostanze che li hannoportati dentro il carcere)

Franco Ferrarotti, Premio alla Carriera

La peculiarità del Premio Fregene è nella ricerca accurata degli Autori e dei libri, e nel suosvolgimento: non si tratta infatti di una semplice consegna di premi, bensì di uno SpettacoloCulturale, un dibattito, un confronto: i personaggi premiati vengono intervistati di volta in volta daicomponenti della Giuria che riescono sempre a rendere il dialogo interessante, stimolante e spessocon qualche piacevole sorpresa.

Ecco come si svolgeranno le interviste:

Gli Autori premiati verranno intervistati dalla Giuria

Roberto Napoletano sarà intervistato da Paola Cacianti (Inviata TG1) 

Michele Santoro sarà intervistato da Daniela Tagliafico (Direttore Rai Quirinale) e da Paola Cacianti

Petros Markaris (che presenterà anche il libro “L’Esattore” Bompiani, appena distribuito in libreria)sarà intervistato da Daniela Tagliafico. 

Francesca Caferri sarà intervistata da Marina Pallotta

Gli autori di “Siamo noi, siamo in tanti” e Antonella Bolelli Ferrera verranno intervistati da CinziaTani (Scrittrice, autrice e conduttrice di programmi radio/tv)

Franco Ferrarotti sarà intervistato da Gianpiero Gamaleri (Professore Ordinario di Sociologia deiprocessi culturali e comunicativi presso la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli StudiRoma Tre).

Al termine della premiazione Francesca Alliata Bronner, giornalista di La Repubblica, ricorderà Marilyn Monroe a 50 anni dalla sua scomparsa (5 agosto del 1962). Verranno proiettate alcuneimmagini della indimenticabile artista, una delle figure mitiche del cinema mondiale.

La Giuria:

Francesca Alliata Bronner (Giornalista La Repubblica) 

Marco Antonellis (Giornalista, portavoce dell’agenzia di stampa AdnKronos) 

Fabrizio Battistelli (Professore Ordinario di sociologia presso il Dipartimento di Scienze Sociali, LaSapienza, Università di Roma; Presidente dell’Istituto Archivio Disarmo e del Premio GiornalisticoColombe d’Oro per la Pace)

Paola Cacianti (Giornalista, Inviata TG1) 

Marcello Ciccaglioni (Presidente Librerie Gruppo Arion) 

Laura Delli Colli (Giornalista, Presidente del Sindacato Giornalisti Italiani Cinematografici)

Gianpiero Gamaleri (Professore Ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso laFacoltà di lettere e filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre)

Luciano Onder (Giornalista, V.Direttore TG2)

Marina Pallotta (Giornalista, organizzatrice di eventi culturali)
Fabrizio Monaco (Editore, Direttore Qui Fregene) 

Maria Rita Parsi (Scrittrice, Psicologa, Psicoterapeuta)

Daniela Tagliafico (Giornalista, Direttore Rai Quirinale) 

Cinzia Tani (Scrittrice, autrice e conduttrice radio/tv) 

Marcia Theophilo (Antropologa, poetessa) La Manifestazione, si svolge con l’adesione delPresidente della Repubblica.

Ha, inoltre, i seguenti patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri,Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  Ministero delle Pari Opportunità, Dipartimento perl’Informazione e l’Editoria PCM, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Regione Lazio, Provincia diRoma, Comune di Fiumicino. 

Le Medaglie del Presidente
 
Il Presidente della Repubblica ha inviato al Premio Fregene alcune medaglie da consegnare ad ognipremiato. Questo segno di apprezzamento è il riconoscimento più alto per la Giuria e per gliorganizzatori. Ringraziamo il Presidente per l’onore che ci ha voluto concedere e che rappresenta ilconsenso più autorevole che il Premio Fregene potesse sperare di ottenere. Siamo grati eorgogliosi perché giunge da un Presidente molto amato la cui stima dei cittadini aumenta giornodopo giorno anche rassicurati dalla fiducia nella sua integrità e dal suo equilibrio istituzionale.

Il Premio promuove la cultura, e valorizza Fregene. Del resto la manifestazione è nata soprattuttoper questo motivo, creare a Fregene un evento culturale annuale, e mettere in risalto questalocalità alle porte di Roma, che possiede delle peculiarità di grande fascino: la Pineta Monumentale,messa a dimora da Papa Clemente IX nel 1666 per la difesa dei campi coltivati dai venti marini eper rendere salubre il terreno acquitrinoso circostante; la Riserva Statale del Litorale – polmoneverde che la cinge; i terreni agricoli tutti intorno; il WWF di Macchiagrande e l’Oasi Lipu di Castel diGuido; itinerari naturalistici e archeologici con la vicinanza dei porti di Claudio e di Traiano. 

Ogni anno viene scelta un’immagine artistica che caratterizzi e promuova Fregene e la sua identità.L’immagine del 2012 è un’opera di Giovanni Omiccioli “Capanno a Fregene” (1959), olio su cartone,che l’artista dipinse  durante i suoi lunghi soggiorni a Fregene negli anni Sessanta, molto amata daartisti e intellettuali.

Il Premio

Il Premio consiste in una scultura appositamente realizzata da Claudio Franchi, argentiere, orafo,designer, storico dell’arte e restauratore di oreficerie antiche, e in un assegno di 2.500 euro.

Più informazioni su