Seguici su

Cerca nel sito

Dimensionamento scolastico, la Giunta delibera la revoca del Piano

Giuseppe Zito: "Bisogna investire sull'edilizia scolastica. A settembre presenteremo il nostro piano per eliminare affitti e liste d'attesa"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Tra i tagli indiscriminati e i provvedimenti autoritari imposti dallo Stato, gli amministratori locali sono costretti a lottare, insieme alle famiglie e al personale scolastico, in maniera sempre più dura per difendere la Scuola pubblica e il Diritto allo Studio.” 
Con queste parole Giuseppe Zito, vice-Sindaco di Cerveteri con delega alla Scuola e all’Edilizia scolastica, ha presentato l’atto formale con il quale la nuova Giunta comunale di Cerveteri revoca il Piano di Dimensionamento Scolastico approvato dalla precedente Amministrazione comunale. Giovedì 28 giugno è stata approvata dalla Giunta del Sindaco Pascucci la Delibera che, revoca il Piano approvato dalla precedente Amministrazione. 

“Con questo Atto – ha proseguito Zito – chiediamo alla Regione Lazio di prendere atto che il Piano adottato dall’Amministrazione Ciogli è stato redatto con tempi e modalità stabilite da una legge definita illegittima dalla Corte Costituzionale. Per tale motivo abbiamo revocato la delibera chiedendo alla Regione Lazio di modificare il Piano Regionale ripristinando l’organizzazione scolastica pregressa.”

“Sappiamo che la Regione sta presentando le linee guida per il prossimo piano di dimensionamento e la nostra Amministrazione è disponibile ad aprire un dibattito ampio e partecipato con i Dirigenti Scolastici e tutto il mondo della scuola per defiinire un’organizzazione scolastica efficiente e in grado di garantire la didattica sia in termini di continuità che in termini di qualità.” 
L’Assessore Zito ha poi annunciato importanti novità: “In questi primi giorni di Amministrazione stiamo analizzando le strutture scolastiche e le loro reali capacità di accoglienza perché a Settembre presenteremo una proposta complessiva in materia di edilizia scolastica che tenga conto degli impegni presi in campagna elettorale, ovvero di eliminare gli affitti e di restituire ai nostri bambini luoghi sani e piacevoli dove crescere.”

 Il titolare della Pubblica Istruzione ha proseguito: “E’ insopportabile pensare che centinaia di bambini debbano restare esclusi dalla scuola dell’infanzia e le famiglie, specie in un contesto economico simile, in assenza di una risposta pubblica sono spesso costrette a privare ai loro figli di un momento di crescita fondamentale. Perciò, insieme al Sindaco, ci assumiamo già da subito l’impegno che a Settembre 2014 saremo in grado di eliminare le liste d’attesa”. 

Ritornando al Piano di Dimensionamento Scolastico, conclude Zito: “Settembre è ormai alle porte e non possiamo permetterci di rendere l’eventuale attuazione del Piano ancora più pesante di quanto già questo non lo sia nell’organizzazione didattica. Pertanto assieme ai Dirigenti Scolastici, ai Comitati dei Genitori e ai Consigli di Circolo stiamo lavorando a un programma di lavori da effettuare per ridurre al massimo i disagi per i bambini, prevedendo anche delle attività di accoglienza ed integrazione. I genitori hanno bisogno di certezze, il Sindaco ha annunciato a breve un Consiglio Comunale aperto su questo tema e in quell’occasione presenteremo ufficialmente anche il piano di emergenza da attuare qualora la Regione Lazio non accolga la nostra richiesta di revoca.”

Più informazioni su