Seguici su

Cerca nel sito

“Asl, no all’ipotesi di accorpamento con Civitavecchia”

Gonnelli e De Vecchis (Pdl): "Questa situazione non si deve trasformare in una contrapposizione partitica ma deve trovare un'unità di intenti"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’accorpamento sanitario Fiumicino-Civitavecchia rimane un’ipotesi che se ratificata troverebbe tutta la nostra contrarietà”. Lo dichiarano il presidente del consiglio comunale Mauro Gonnelli e il consigliere comunale Pdl, William De Vecchis.
“Mi auguro – afferma De Vecchis – che questa situazione non si trasformi come al solito in una contrapposizione partitica ma trovi, al contrario, un’unità di intenti utile a far emergere proposte intelligenti che da una parte salvaguardino la qualità della vita dei cittadini di Fiumicino, dall’altra tengano conto dell’esigenza di riorganizzare il sistema sociosanitario regionale imposto dall’austerity del Governo Monti e dell’Europa”.

“Diciamo no a qualsiasi ipotesi di accorpamento Fiumicino-Civitavecchia – sottolinea il presidente del consiglio comunale Mauro Gonnelli -. Siamo pronti a fare barricate a difesa dei diritti dei cittadini e contro ogni ipotesi di riduzione dei servizi sul territorio. Aspettiamo fiduciosi che la regione Lazio riveda il piano sanitario e corregga la proposta di legge Forte”.

Il presidente del consiglio nei giorni scorsi aveva denunciato la chiusura estiva del centro prelievi di Fregene per mancanza di personale, sulla quale poi l’Asl, dopo le pressioni di Gonnelli, aveva fatto immediatamente marcia indietro: “Abbiamo dimostrato di non fare sconti a nessuno – afferma il presidente del consiglio comunale -. La nostra priorità è migliorare tutti i servizi alla persona che un comune con più di 70 mila abitanti deve e merita di avere”.   

Più informazioni su