Seguici su

Cerca nel sito

Moroni e Renzetti vincono il V Rally Ronde

A bordo di una Ford Focus WRC 07 sul tracciato di Monte San Giovanni Campano

Più informazioni su

Il Faro on line – La gara si è svolta il 4-5 agosto in territorio frusinate, area ricca di appassionati della specialità, che contava al via 74 equipaggi. Ricco il parterre dei piloti presenti, il blasonato Tonino Di Cosimo, vincitore dell’ultima edizione del rally, su Renault Clio Maxi, Gianni D’Avelli su Subaru Impreza N12, fresco vincitore del Rally Città di Ceccano, Emanuele Giannetti con la Skoda Fabia WRC, vincitore del Rally Valle del Liri di quest’anno, Daniele Cinelli su Renault Clio Maxi, vincitore della terza edizione del rally e tra questi anche Ugo Moroni per la prima volta su Ford Focus WRC 07, Nicola Pagnozzi e Marco Rossi, rispettivamente su Fiat Punto Super 2000 e Peugeot 207 Super 2000. Già dalla prima prova della mattina, era chiaro che la lotta per la vittoria finale sarebbe stata tra Giannetti e Moroni divisi da appena 1,4 secondi.

Sulla seconda prova il divario si ampliava in favore del primo visto uno spegnimento della vettura di Moroni, con conseguente perdita di diversi secondi. La terza prova serviva a stabilizzare solamente la classifica, visto che con il gran caldo le vetture e gli equipaggi erano costretti a non strafare.

Nella quarta ed ultima prova, un problema meccanico fermava la gara del bravo Giannetti e consegnava la prima vittoria assoluta in carriera all’equipaggio della Drake Racing Club , Moroni – Renzetti che amministravano il vantaggio fino a 15 secondi finali sulla coppia Pagnozzi – Abatecola,terzi si classificavano Rossi – Antonucci.

Dopo la lunga e calda giornata, la gara aveva la sua conclusione sul palco di arrivo dove per i primi tre equipaggi classificati, si concedevano il bagno di folla e spumante. Ecco il commento a caldo del pilota di Gaeta Ugo Moroni: “E’ un’emozione incredibile vincere una gara davanti a questi piloti fortissimi. La calda giornata ed un piccolo errore stavano per compromettere nuovamente la nostra prestazione, ma alla fine siamo stati ripagati di tutti gli sforzi fatti in questi anni. L’auto è una delle più performanti ed impegnative che abbia mai guidato, con oltre 300 cavalli, su questo percorso e con queste temperature non era semplice da gestire, ma grazie alla professionalità dei tecnici della Procar, siamo riusciti a portare a termine la gara in testa. Volevo ringraziare il mio navigatore, Renzetti Daniele, gli sponsor, il team  Drake Racing Club e tutti quelli che sulla prova speciale tifavano per noi”.

Più informazioni su