Seguici su

Cerca nel sito

“Prostituzione ad Aranova, le telecamere un ottimo deterrente”

Severini (Noi Insieme): "Si tratta di una proposta che nei prossimi giorni portero' all'attenzione dell'assessore alla Sicurezza"

Più informazioni su

Il Fsaro on line – “Il progetto delle cento telecamere non sarà la panacea di tutti i mali ma può essere utilissimo per arginare i tanti episodi di microcriminalità che, come naturale che sia in un Comune esteso come Fiumicino, si ripropongono un po’ all’ordine del giorno, minacciando quel concetto di qualità della vita sul quale questa amministrazione ha sempre lavorato in maniera prioritaria. Ogni località ha i suoi problemi e ad Aranova quello forse più impellente, oltre ai furti nelle abitazioni che pure a fasi alterne torna a farsi vivo, è la prostituzione ormai dilagante e sempre più alla luce del sole”.

“Sradicare questo fenomeno è impossibile, ma si può arginare. Come? Utilizzando proprio le telecamere e posizionandone alcune nei luoghi “più caldi”, tra i quali l’incrocio di via Caltelli, a due passi dalla scuola media di Aranova, luogo dove quotidianamente, anche in pieno giorno, le prostitute si appartano nemmeno troppo velatamente, regalando un pessimo spettacolo. Un ottimo deterrente quindi che colpirebbe i clienti, riprendendo la targa della propria autovettura e facendogli recapitare a casa una multa come prevede un’ordinanza del sindaco di Fiumicino. Si tratta di una proposta che nei prossimi giorni porterò all’attenzione dell’assessore alla sicurezza Giancarlo Petrarca e al dirigente Gianfranco Petralia. Con una manciata di telecamere si potrebbe davvero riuscire a risolvere due grandi problemi che affliggono Aranova e per i quali i cittadini ci chiedono perennemente giustizia. Si tratterebbe, per una amministrazione virtuosa, di un segnale importantissimo e la dimostrazione che gli sos lanciati da cittadini e organi territoriali vengono presi in esame e non riposti in un cassetto”. 

Roberto Severini
Capogruppo Lista Civica
Noi Insieme

Più informazioni su