Seguici su

Cerca nel sito

“Cemento, lottizzazioni e variazioni edilizie: le piaghe del XIII Municipio”

Il monito di Paltoni, Di Giovanni e Schiavone: "Perche' il Tredicesimo deve essere la discarica di cemento della Capitale?"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’assessore del XIII Municipio, Renzo Pallotta ha partecipato ieri a una Conferenza dei Servizi relativa al programma urbanistico ‘La Macchia di Guerrino’, ignorando di fatto quanto previsto dal decentramento amministrativo vigente ad Ostia”. 
Alessandro Paltoni  Presidente della Commissione Decentramento del XIII Municipio, spiega che nessuna concertazione con i cittadini e nessuna discussione in consiglio municipale, e stata fatta a seguito delle variazioni edilizie del progetto. “Progetto questo già scellerato all’origine, che ora prevede un piano in più per ogni palazzina, utilizzando le richieste del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano di aggiungere un piano pilotis. Parliamo di una lottizzazione di 26 edifici da 4 piani, per un totale di 750 appartamenti che porteranno, nel cuore dell’Infernetto, oltre  2.000 persone. Una lottizzazione questa, in mano al costruttore romano che ha compiuto Euroma2, il centro commerciale all’Eur, sulla via Cristoforo Colombo”. 

“Il Problema adesso, sottolinea Antonio Di Giovanni Presidente dell’associazione Noi – Il Futuro di Roma è che una lottizzazione di oltre 22 ettari destinata a servizi pubblici diventerà, grazie a uno scarabocchio depositato il 15 marzo del 2010 (perché di certo non possiamo parlare di progetto), ospiteranno 200 mc di cemento proveniente dalle zone fatte salve di Tor Marancia e da Monte Arsiccio, e che nessun altro municipio di Roma ha voluto. Ancora una volta questo cemento atterrerà all’Infernetto grazie allo strumento urbanistico delle compensazioni edificatorie”. 
 
Sul caso interviene anche il Presidente di Labur, Andrea Schiavone, che pone alcuni interrigativi:

“Perché si favorisce ancora una volta il Gruppo Parnasi, già coinvolto nello scandalo dei ‘palazzi d’oro’ (quasi 400 milioni di euro) che comprende quello ATAC con il Comune di Roma (Alemanno) e quello della Provincia di Roma (Zingaretti)?”.

“Perché il XIII Municipio, ed in particolare l’Infernetto, deve essere la discarica del cemento della Capitale?”.

“Perché, promettendo modeste opere pubbliche, mai realizzate, si baratta la qualità della vita dei cittadini con la speculazione edilizia?”.

Più informazioni su