Seguici su

Cerca nel sito

“Voglio portare la Futsal Isola in cima al campionato”

Luiz: "Questa squadra arrivera' presto in serie A"

Più informazioni su

Il Faro on line – S’è presentato in punta di piedi, sgobbando come fosse alla prima esperienza. Lavoro, sudore, dedizione alla causa gli hanno chiesto. Lavoro, sudore, dedizione alla causa ha risposto lui. Luiz c’ha messo nemmeno un giorno per diventare arancioverde. Il gruppo l’ha adottato. È uno di loro. Il salto dalla A1 alla B non gli fa paura. L’ha detto chiaro e tondo: è soltanto un arrivederci, in serie A c’arriverà presto questa Futsal Isola. 

LE PRIME PAROLE S’è presentato in ritiro con la voglia di un ragazzino. L’ha fatto capire: “La B è un campionato tosto, vincere non è mai facile. Ma io ho grandi ambizioni. E anche questa società ne ha. Non dobbiamo deludere le aspettative. Il mio obiettivo? Stare bene e dare tutto quello che ho per portare la Futsal Isola, con l’aiuto dei miei compagni, del mio amico capitan Imperato e di tutto lo staff al vertice di questo campionato”. 

Quattro big, quattro campioni scesi dalla A1, e la spina dorsale dello scorso anno. L’Isola è pronta a guerreggiare con tutte le rivali. Sarà difficile. Gli addetti ai lavori hanno già stilato la classifica. Paolo Agus e Torgianese in testa. Poi le romane. La Futsal Isola è qualche gradino dietro, normale per una neo promossa alla prima nel nazionale. “Ma non partiamo sconfitti – ammonisce Luiz -. Abbiamo una rosa competitiva, ricca di giocatori esperti. Potremmo rappresentare la sorpresa di questo campionato. Ma i conti si fanno alla fine, non prima”. Parole sagge. Contano i fatti, il gioco e i risultati. Le chiacchiere stanno a zero. 

LA SERIE B Ha rifiutato diverse offerte. Come per Caviglia, Gabi Smith e Federico Mazzucca, non è stata una trattativa facile. Su di lui c’erano moltissime squadre di livello nazionale. Di serie A. Ma alla fine è stata una scelta di cuore e di testa: “A Fiumicino mi trovo bene, qui ho tanti amici, conosco l’ambiente, il presidente Mazzuca. È una persona serie, ha grandissimi stimoli, vuole portare questa squadra a calcare i parquet più importanti d’Italia. Io non cercavo altro. Un progetto importante e solido. La crisi che sta attraversando il calcio a 5 impone scelte ponderate. E questa era la migliore possibile per me. Cerco serenità, senza di quella si lavora male. E io voglio dare il massimo”. La serie A arriverà. Luiz sgobba solo per questo. 

Più informazioni su