Seguici su

Cerca nel sito

Carlini: “Aeroporto, la situazione è molto grave”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Membro della Consulta nazionale trasporti Pdl

Più informazioni su

Il Faro on line – Leggo su varie testate giornalistiche molte dichiarazioni sullo stato di crisi del nostro Hub di Fiumicino, nello specifico su casi specifici di certe Handling e ultimamente della crisi della societa’ Windjet che sta portando in pieno fallimento molti tour operator e tanti cittadini che non potranno partire per le ferie o per lavoro, a meno che scelgano di pagare di nuovo 75 euro come offerto dalla linea aerea Blu Panorama.

Leggo commenti, spesso da comitati o soggetti non collegati con gli enti superiori o apparati politici che bene o male hanno una interlocuzione diretta con questi e quindi tanta buona volonta’ rischia di naufragare nel mare delle cose dette sul muro.

La situazione e’ molto grave, sopratutto dal fatto che si parla di un allargamento del sedime aeroportuale senza un progetto economico rapportato sul reale stato delle cose, parlo della crisi internazionale dove la stessa Air France sta arrivando verso un pericolosissimo default, il tutto mi sembra veramente paradossale.Oggettivamente, un investimento di quelle dimensioni porterebbero da subito tanti favorevoli estimatori, come ho registrato in questi mesi, ma a lungo termine potrebbe portare il nostro Hub un danno economico senza ritorno, anche per questo mi impegno nelle sedi opportune di trasmettere tale pensiero che non vuole rappresentare la verita’ assoluta ma merita una discussione.

Quindi, va bene lo sviluppo ma rapportato allo stato delle cose attuali e verso le proiezioni economiche verso almeno il non lontano 2022, e di questo ragionamento temporale penso che sia nella testa di chi questi soldi dovra’ materialmente metterli, visto lo stato delle Banche oggi.

Portero’, quindi, ai vertici della consulta questi dati che mi sembrano importanti da discuterne in maniera approfondita.

Certamente l’ultimo fatto della Windjet deve portare ad un profondo raggionamento che deve necessariamente andare in contro alla realta’ delle cose e non verso l’utopia di un Hub che non ha bisogno di investimenti faraonici ma di un progetto certamente di espansione, ma ridimensionato alle esigenze del territorio e alla suo reale fabbisogno commerciale, per questo un dato su tutto, la recessione sta colpendo anche il settore turistico globale in calo ogni anno del 8%.Volevo ricordare la rediviva tassa sul rumore IRESA portata in auge dal capogruppo del PDL di Fiumicino, una tassa che nessuno vuole e poche realta’ civiche ne sento richiederne l’applicazione, quindi centraline sul rumore con finalmente un probabile regolamento per poter riinvestire soldi sul territorio, e non mi sembra sensato su questo argomento far finta di niente, ma spingerne l’applicazione fin dal profondo del territorio di Fiumicino, anche perche’ la corte dei conti e’ stata chiara, da Gennaio 2013 va applicata.

Altro dato fondamentale, che non capisco il perche’ non si utilizzi a pieno gli strumenti che un Comune importante come quello di Fiumicino ha nel suo interno politico/amministrativo, mi risulta che il Comune di Fiumicino abbia istituito una commissione speciale dove si parli di questioni eeroportuali, ma perche’ le realta’ associazionistiche del terriorio non la utilizzano in pieno? Visto che risultati importanti, nel poco che ha lavorato, ne ha portati in dirittura di arrivo.

Quindi cerchiamo di analizzare i dati oggettivi e discutiamone insieme, per questo mi pongo disponibile a ragionamenti di largo respiro, la consulta aeroportuale trasporti nazionale del PDL ne prendera’ atto di questo e di quanto registrero’ da varie parti, ma non dimentichiamo il Comune di Fiumicino che per quello che conosco rimane vicino ai cittadini malgrado le grandi pressioni economiche che rappresentano lo sviluppo a fronte del nulla, una mediazione diventera’ importante per trovare un punto di incontro che sia condivisibile per tutti.

Fernando Carlini
Membro consulta nazionale trasporti PDL sez. aeroportuale

Più informazioni su