Seguici su

Cerca nel sito

“Discarica della Zolforatella, intervento incompatibile”

A dichiararlo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Soddisfatto il Sindaco di Pomezia Enrico De Fusco

Più informazioni su

Il Faro on line – Buone notizie per Pomezia sulla questione discarica. Con una nota della direzione regionale per i Beni culturali e Paesaggistici del Lazio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali si confermano i dubbi espressi nei mesi scorsi sulla possibilità di una discarica in località Quarto della Zolforatella. “Nel merito si può fin d’ora assicurare – si legge nella nota protocollata al Municipio XII di Roma Capitale ieri 20 agosto – che la zona è stata di recente inclusa nel provvedimento di dichiarazione di notevole interesse pubblico ai sensi dell’art. 136 del D.Lgs n. 42/2004 dell’ambito meridionale dell’Agro Romano compreso tra le vie Laurentina ed Ardeatina. Per quanto sopra la realizzazione di una discarica si riterrebbe intervento incompatibile con i valori naturalistici e paesaggistici della zona”. 

Soddisfatto il Sindaco di Pomezia Enrico De Fusco, fin dal principio in prima linea contro l’ipotesi discarica ai confini della Città: “Il parere del Ministero conferma le nostre tesi – ha dichiarato – che fin dall’inizio abbiamo presentato al Commissario Sottile. La zona è soggetta a vincoli paesaggistici e naturalistici, non può essere quindi presa in considerazione per la realizzazione del sito. La nostra battaglia comunque continua, contro la discarica e qualsiasi iniziativa che possa nuocere alla nostra Città. A questo proposito rispondo all’articolo “Un altro impianto di stoccaggio rifiuti a Pomezia: presentata la richiesta di valutazione impatto ambientale” apparso su “Il Corriere della Città” on line il 17 agosto. Posto che un’Amministrazione pubblica è obbligata ad accettare per legge tutte le istanze che giungono al protocollo, la mia posizione e quella della mia Amministrazione rimane la stessa tenuta fino ad oggi: non permetteremo a nessuno di realizzare discariche, inceneritori o qualsiasi altro impianto che possa nuocere alla salute dei nostri concittadini e all’ambiente. Il nostro percorso sulla gestione dei rifiuti è già avviato – ha concluso il Primo Cittadino – e non si discosterà in alcun modo dalla raccolta differenziata ”.

Più informazioni su