Seguici su

Cerca nel sito

“Fiume Marta, bisogna istituire una task-force”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del presidente Sib di Tarquinia

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Sib (Sindacato Italiano Balneari) di Tarquinia, chiede all’assessore all’ambiente della provincia di Viterbo che vengano convocate gli stati generali dell’ambiente e l’istituzione di una Task Force ambientale per il risanamento del Fiume.

Il fiume Marta è stato un mare di fango in piena estate, una vera tragedia, per bagnanti e operatori turistici, ma è tutto passato, il nostro mare è tornato limpido,  ora però è tempo di agire.Gli operatori balneari e turistici di Tarquinia ne hanno le tasche piene di subire i problemi di un Fiume che sale alla ribalta della cronaca solo per motivi sfavorevoli al turismo e all’immagine di Tarquinia in piena estate poi, quando tutti dovrebbero pensare ad altro, magari a rinfrescarsi in un mare pulito.

Avere un mare pulito è chiedere troppo? Dunque basta polemiche e inutili spostamenti di responsabilità delle istituzioni. Il fango è stato un accadimento naturale dovuto alla pioggia violente del 13 Agosto, il riversamento in mare in pieno ferragosto una tragedia non occasionale che oggi  deve diventare un impegno per tutti  le gli enti preposti al controllo ed alla gestione di un Fiume cosi particolare per il suo fragile ecosistema.

Il Sib di Tarquinia chiede ormai da anni un impegno serio e concreto sul Fiume Marta, la campagna informativa del 2010 e 2011, salviamo il Fiume Marta ha fatto molto in termini di conoscenza del problema, soprattutto grazie al documentario in video realizzato, ancora disponibile per la visione e speriamo presto in tutte le scuole della provincia, per la conoscenza del delicato ecosistema del  Fiume Marta.
La campagna informativa “SALVIAMO IL FIUME MARTA”continua ed invierà nei prossimi giorni alla provincia di Viterbo la richiesta degli stati generale dell’ambiente per rimettere insieme il progetto inoltrato tre anni fa di una Task  Force ambientale per risanamento ambientale del Fiume Marta.

Chiederemo a tutti i rappresentanti delle istituzioni, consiglieri regionali, provinciali e comunali di partecipare all’istituzione di un tavolo permanente che si occupi di impegnare la provincia di Viterbo ma soprattutto la Regione Lazio a mettere in campo risorse e opportunità per il risanamento del Fiume Marta coordinando il gruppo di lavoro e le istituzioni della Task Force ambientale.Lanciamo dunque a tutte le associazioni, agli stessi turisti che amano Tarquinia un appello per un impegno a favore del nostro meraviglioso mare, e pretendere dalle istituzioni il risanamento ambientale del Fiume per un rilancio economico del turismo balneare che ancora oggi rappresenta da solo almeno il 50% dell’indotto totale del turismo a Tarquinia.Il Fiume ed il mare per rimanere una risorsa ed un’opportunità economica per il turismo e per l’agricoltura, è indispensabile che tutti rispettino le leggi della natura preservando l’ambiente e la vita stessa del Fiume e del mare, che dipendono dalle scelte, di sindaci ed enti preposti che dovrebbero e non fanno abbastanza per difenderlo da scelte sbagliate.

Marzia Marzoli
Il Presidente Sib Tarquinia 

Più informazioni su