Seguici su

Cerca nel sito

Comune e Consorzio di Bonifica uniscono le forze per tutelare il fiume Marta

"Appianate le divergenze questo e' un primo importante passo in avanti per una piu' stretta collaborazione "

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comune di Tarquinia e il Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca insieme per la tutela ambientale del fiume Marta. Per il persistere delle condizioni di torbidità delle acque anche dopo il violento temporale del 13 agosto (caduti 34,2 millimetri di pioggia in località Montebello), sono stati intrapresi controlli congiunti estesi al territorio di Tuscania, con particolare attenzione alla rete degli affluenti.

«Appianate le divergenze, questo è un primo importante passo in avanti per una più stretta collaborazione tra Comune e Consorzio di Bonifica. – dichiarano il sindaco Mauro Mazzola e il presidente Vincenzo Fava – L’attività di monitoraggio continuerà nelle prossime settimane. L’obiettivo prioritario deve essere la tutela del fiume Marta». Dalle indagini è emerso che alla cartiera di Tuscania il fiume Marta presenta acque relativamente chiare e una portata minima (valutabile in poche decine di litri al secondo), mentre più a valle ha acque torbide e una portata notevolmente superiore. I tecnici del Consorzio di Bonifica hanno accertato che si stanno eseguendo dei lavori di movimento terra negli alvei dei fossi Leia e Biedano. Il sindaco Mazzola ha quindi disposto degli accertamenti e ha richiesto la sospensione delle opere. «La balneabilità è stata eccellente per tutta l’estate. Molto è stato fatto e molto altro faremo per garantire un mare sempre più pulito. – concludono il primo cittadino e il presidente Fava – Lanciamo un appello perché ci sia maggiore rispetto per tutti i comparti produttivi e per il territorio e un coinvolgimento di tutte le istituzioni per la salvaguardia del fiume Marta, una risorsa ambientale ed economica del nostro territorio».

Più informazioni su