Seguici su

Cerca nel sito

Il Museo dicoesano un punto di riferimento culturale

Previsto per domani l'intervento dei poeti Gianluigi Zeppetella di Santa Maria Capua Vetere e Claudio Carbone di Gaeta

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Museo Diocesano di Piazza De Vio a Gaeta, per volontà dell’Arcivescovo S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio, continua ad essere anche quest’estate un punto di riferimento culturale, artigianale e artistico di prestigio. L’Arcidiocesi di Gaeta e l’Associazione Amici di Gaeta Città d’Arte, tra l’altro, collaborano attivamente ai vari progetti realizzati in sinergia con il Comune di Gaeta e le associazioni aderenti.

Nell’ambito della rassegna “Gaeta. Un mare di poesia” curata dall’Associazione “La stanza del Poeta”, con il coordinamento del delegato alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Gaeta dott. Sabina Mitrano, domani domenica 26 alle ore 20.00 interverranno i poeti Gianluigi Zeppetella di Santa Maria Capua Vetere e Claudio Carbone, nato a Gaeta e cittadino del Golfo. 

I due poeti, che saranno presentati dall’intellettuale Giuseppe Napolitano, presidente della Stanza del Poeta, leggeranno testi dalle loro ultime pubblicazioni, che stanno riscuotendo un lusinghiero successo. Gianluigi Zeppetella ha appena pubblicato per i tipi dell’Editore Armando Caramanica di Marina di Minturno “Fra terra e cielo”, mentre Claudio Carbone qualche mese fa ha pubblicato con le Edizioni Eva di Venafro “Sagome e specchi”; entrambi gli autori sono al loro quarto libro di versi.
La serata poetica successiva di giovedì 30 agosto vedrà presenti gli scrittori molisani Amerigo Iannacone e Filippo De Angelis, entrambi di Venafro, insieme al pontino Leone D’Ambrosio, nato a Sperlonga e residente a Latina.Tutte le serate sono a ingresso libero.
Nel contempo dal 18 agosto e sino al 2 settembre è in corso la Mostra “Il ricamo, dalla sua antica tradizione alla moderna espressione… gioielli, ricami sacri, libri e riviste di ricamo e corsi per sprigionare la creatività, terapia per la mente!”Ospiti della mostra l’artista Josè Angel Arias, l’Associazione Merlettando di Cervaro, Chiocciolaricami, Ennero e Karaman Couture.

L’apertura nel corrente mese di agosto è di giovedì, venerdì, sabato e domenica con orario 18 – 24, a settembre venerdì sabato e domenica dalle 17 alle 20. La rivista nazionale “Ricamo Italiano” ha dato attenzione agli espositori che hanno l’intento nobile – evidenzia Carmen Fantasia – di riportare in auge il vecchio culto del ricamo e del merletto, ma con tecniche diverse e con la speranza di fare avvicinare i giovani a queste arti, dette minori.
A cura della ditta Gizia di Carmen Fantasia, che nasce dalla fusione di due antichissime arti italiane, quella del ricamo e quella orafa, sono in mostra i migliori prodotti di ricamo, merletto, gioielli, ricami sacri, libri e riviste di ricamo. 

Si trovano esposti quadri dell’artista Jose Angel Arias con le sue donne coloratissime che indossano creazioni della Gizia, si trovano le insegnanti della scuola Associazione Merlettando di Cervaro, che con il loro tombolo propongono dimostrazioni e mostra dei lavori della scuola che si è istituita a Gaeta e che a settembre comincia il suo terzo anno di vita, si trovano i ricami sacri su casule, mitrie e stole, le medaglie devozionali della Gizia, si trova il ricamo in oro in collaborazione con il presbitero don Giuseppe Rosoni, abilissimo nel tombolo e nel ricamo in oro, si trova il ricamo digitalizzato di Chiocciolaricami in collaborazione con l’alta sartoria Karaman Couture ed Ennero e anche dimostrazioni su richiesta e la possibilità di creare un gioiello su proprio disegno, con fili d’argento colorati e pietre di tutti i tipi.

Più informazioni su