Seguici su

Cerca nel sito

Tabelle dei bus, lunedì partono i lavori di installazione

Biselli: "Come da programma possiamo dare inizio agli interventi che dureranno tutto il mese di settembre"

Più informazioni su

Il Faro on line – Inizieranno lunedì 3 settembre gli interventi di installazione delle nuove tabelle bus su tutte le fermate del territorio comunale. Ad annunciarlo il presidente della commissione mobilità, Raffaello Biselli (Città Nuove).

“Dopo un lunghissimo lavoro di mappatura delle fermate del trasporto pubblico locale di Fiumicino, per il quale ringrazio l’assessore De Stefanis, il dirigente Sampo’ e gli uffici – afferma il presidente della commissione mobilità, l’esponente di Città Nuove Raffaello Biselli -, come da programma, possiamo dare inizio agli interventi, che dureranno tutto il mese di settembre e copriranno l’intero territorio comunale”.

I primi interventi sulle zone di Isola Sacra e Fiumicino Paese. “Si tratta di un costo zeroper l’amministrazione, grazie a un accordo con l’azienda che gestisce gli spazi pubblicitari – spiega Biselli -. Non saranno ‘tabelle intelligenti’ a lead, ma normali tabelle con orari e percorsi degli autobus. Con questo servizio mettiamo una pezza a una prassi assurda, che crea disagi infiniti a chi utilizza il trasporto pubblico urbano, turisti in primis. Distruggere, vandalizzare e come nel caso delle tabelle, rubare il patrimonio comunale non è un danno verso l’amministrazione in sé per sé, quantoall’intera città”.

Nel corso della commissione mobilità di ieri Raffaello Biselli ha anche annunciato che “sono state inviate a tutti i presidi degli istituti scolastici del Comune interessati delle lettere per trovare soluzioni rapide e concrete per far coincidere gli orari del trasporto pubblico con la campanella d’entrata e di uscita delle scuole”. “Lettera – sottolinea il presidente della commissione mobilità – propedeutica all’incontro che si svolgerà prima dell’inizio scolastico proprio con i presidi degli istituti interessati per valutare le proposte che emergeranno”.

Più informazioni su