Seguici su

Cerca nel sito

Universal Design: un modo di fare cultura   

La manifestazione si terrà mercoledì 8 maggio presso l'aula consiliare Fausto Ceraolo

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comune di Ladispoli che partecipa alla Biennale dello Spazio Pubblico, nell’ambito del tema dell’accessibilità attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche, ha promosso una giornata di workshop e convegno per affrontare le tematiche inerenti le disabilità e come queste vengono risolte nell’ambito della programmazione strategica e funzionale della pubblica amministrazione. 

Mercoledì 8 maggio, presso l’aula consiliare Fausto Ceraolo, si terrà la manifestazione “Universal Design: un modo di fare città, un modo di fare cultura”, promossa dal comune di Ladispoli in collaborazione con l’Ordine degli architetti di Roma e Provincia, la Consulta del Decentramento Ladispoli – Cerveteri, l’Aloa, l’Associazione Disabili Visivi e Famiglie Sma. 

Durante il convegno si parlerà, quindi,  di educazione civica e di civiltà sociale per una città a misura d’uomo e dell’Universal Design come strumento per la corretta pianificazione degli interventi da attuare per rendere accessibili a tutte le categorie di individui, i differenti ambiti cittadini. 

Inoltre si focalizzerà l’attenzione su come l’Universal Design si proponga come strumento per stimolare la ricerca di un linguaggio, sia esso progettuale o simbolico, comune a tutti, portatore di una reale uguaglianza sociale, di facile comprensione cioè accessibile. 

Questo il programma della manifestazione: dalle ore 9,30 alle 13 workshop “A scuola di Disabilità – “Barriere senza barriere”  dove le classi IV di Geometri, Alberghiero e Liceo scientifico di Ladispoli e delle città laziali limitrofe afferenti al Decentramento dell’Ordine degli Architetti, faranno esperienza di stimolazione plurisensoriale con l’ausilio di disabili motori e visivi che aiuteranno i normodotati nella comprensione delle difficoltà incontrate dai disabili stessi, nella loro vita quotidiana. In programma l’intervento di Marinella Arnone, delegata all’Abbattimento Barriere Architettoniche con “L’educazione civica e di civiltà sociale per una città a misura d’uomo”. I facilitatori saranno gli architetti  Antonietta Villanti, Elisabetta Vitullo ed Emmanuele J. Pilia. 

Dalle 15 alle 19,30 si svolgerà il convegno tecnico “Universal Design: un modo di fare città, un modo di fare cultura” dedicato ai tecnici locali e delle amministrazioni, in cui si affronteranno i temi specifici della normativa di settore e dell’Universal Design con relatori dell’ Associazione Disabili Visivi e docenti universitari del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura, Università “La Sapienza” Facoltà di Architettura, esperti di Universal Design.

Verranno affrontati dagli architetti locali che hanno realizzato progettazioni in materia di abbattimento delle barriere architettoniche temi inerenti i “percorsi dedicati come elementi di ricucitura di un tessuto urbano” nel centro civico e nel centro storico di Ladispoli, così come verrà illustrato il “Sistema compatibile di fruizione e salvaguardia: da Torre Flavia alla Villa Romana di Pompeo”. 

Dopo i saluti del sindaco Crescenzo Paliotta, dell’architetto Enza Evangelista Consigliere dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia, e dell’assessore alle Politiche sociali, Roberto Ussia seguiranno gli interventi dell’architetto Tommaso Empler esperto di Universal Design con “L’Universal Design: dalla casa alla città”, dell’avvocato Giulio Nardone presidente Associazione Disabili Visivi con “L’aspetto normativo nelle barriere architettoniche”, dell’architetto Antonietta Villanti con “Intervento di riqualificazione urbana per eliminazione di barriere architettoniche nell’area del centro civico: un percorso per non vedenti”. 

Seguiranno l’architetto Luigi Farinelli con “Intervento di riqualificazione urbana per eliminazione di barriere architettoniche nell’area del centro storico: Via Duca degli Abruzzi”, l’architetto Salvatore Fruscione “Una Guida per il progetto: Piazza Roberto Rossellini”, l’architetto Valentina Fraschetti con “Vivere il mare: percorso ciclabile lungo la storia” e l’architetto Paolo Calvo con “La passeggiata sulla Spiaggia lignea – Via Claudia diventa “Via Parco Caerevetus”. Al tavolo tecnico partecipano i comuni di Civitavecchia, Ladispoli e Manziana.
EFV

Più informazioni su