Seguici su

Cerca nel sito

Violenza tra le mura domestiche, due arresti in poche ore

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ostia

Più informazioni su

Il Faro on line – I Carabinieri della Compagnia di Ostia sono intervenuti a seguito di due episodi di violenza tra le mura domestiche. Alle 7:00 circa, un uomo ha chiamato il 112 chiedendo l’intervento dei Carabinieri in un appartamento di Via delle Canarie. Giunti sul posto, i militari hanno identificato il richiedente in T.M. (pregiudicato 29enne romano) che, in evidente stato d’alterazione da stupefacenti e alcolici, ha dichiarato di aver richiesto l’intervento della forza pubblica per sedare la lite che aveva avuto poco prima con i genitori conviventi. I Carabinieri hanno invece accertato che l’uomo, poco prima dell’intervento, come già fatto in altre occasioni per cui era stato denunciato, aveva aggredito i genitori minacciandoli di morte e, in quest’ultima occasione, gli aveva puntato addirittura un coltello alla gola. Quando i militari si sono avvicinati per indurlo alla calma, l’uomo ha reagito con inaudita violenza opponendo una forte resistenza, ma è stato subito immobilizzato e arrestato. Condotto nelle aule del Tribunale di Roma, il Giudice lo ha riconosciuto colpevole dei reati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale, ma lo ha rimesso in libertà con l’obbligo della firma.

Poche ore dopo, un’altra pattuglia è intervenuta in un appartamento in Corso Duca di Genova dove hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali O.A. 63enne romano pensionato e già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi con  la giustizia. L’uomo, come già fatto in altre occasioni, aveva immotivatamente picchiato la moglie 61enne procurandole contusioni ad un braccio. Proprio ieri mattina la donna, stanca delle continue aggressioni, aveva presentato una denuncia querela presso la Stazione Carabinieri di Ostia ma, tornando a casa, l’uomo l’ha attesa in strada dove l’ha nuovamente aggredita a colpi di casco. Provvidenziale è stato l’intervento di alcuni passanti che hanno chiamato il 112 permettendo l’intervento dei Carabinieri che lo hanno arrestato. L’uomo è stato condotto nel carcere di “Regina Coeli” dove sarà interrogato nelle prossime ore.

Più informazioni su