Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, parte il progetto “Carabinieri davanti alle scuole”

Mario Canapini: "Si tratta dell'ulteriore segnale di attenzione e di vicinanza alle esigenze dei territori"

Più informazioni su

Il Faro on line – L’associazione dei Carabinieri in pensione di Palidoro ha un’autovettura in più. La macchina, una Fiat Punto, fa parte del parco mezzi della polizia locale. Le chiavi sono state donate dal sindaco Mario Canapini. Erano presenti l’assessore alla vigilanza urbana, Giancarlo Petrarca e il comandante della polizia locale, Gianfranco Petralia, oltre ad alcuni rappresentanti dell’associazione. Il progetto fa parte di una convenzione più articolata, siglata qualche mese fa.

“Ringrazio l’associazione volontari dei Carabinieri in pensione di Palidoro – ha sottolineato il sindaco Mario Canapini – per il loro preziosissimo supporto. I 12 volontari stanno dando un aiuto fondamentale alla polizia locale nel nord del Comune, soprattutto in tema di viabilità davanti alla scuole, ma anche nella lotta al contrasto dell’abbandono dei rifiuti e più in generale in tutti quei servizi che gli agenti svolgono. Questo è un piccolo segnale della nostra vicinanza. La macchina servirà a rendere più agevoli i loro spostamenti tra le 7 scuole che ogni giorno, durante gli orari d’entrata e uscita presidiano”.

“L’attività – spiega l’assessore alla vigilanza urbana Giancarlo Petrarca – è totalmente volontaria. La loro opera si concentra soprattutto davanti ai plessi scolastici. Si occupa soprattutto di viabilità, per evitare il parcheggio selvaggio e salvaguardare l’incolumità dei ragazzi all’entrata e all’uscita di scuola”. 

“I volontari – sottolinea il comandante della polizia locale, Gianfranco Petralia – sono riconoscibili, con la loro divisa d’ordinanza e muniti di tesserino forniti dall’amministrazione comunale. La Fiat Punto è stata affidata in comodato d’uso gratuito. Naturalmente è una vettura neutra, senza colori o scritte che possano trarre in inganno”. 

“Si tratta – conclude il sindaco Canapini – dell’ulteriore segnale di attenzione e vicinanza alle esigenze dei territori che fungono da stimolo per mettere in campo azioni sempre più incisive, che questa amministrazione ha sempre saputo recepire”.  

Più informazioni su