Seguici su

Cerca nel sito

“Piazza della Madonnella: il Sindaco o chi per lui dovrà risponderci”

Il Gruppo del Pd in merito al progetto esecutivo per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione della piazza dell'Isola Sacra

Più informazioni su

Il Faro on line – Lo dichiara il consigliere comunale Paolo Calicchio, che stamattina ha presentato un’interpellanza, firmata da tutti i componenti del gruppo PD, in merito al progetto esecutivo per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione della piazza dell’Isola Sacra, deliberato nel lontano 2001. Un progetto iniziato e sospeso più volte per intervento della Sovrintendenza e per impossibilità a operare all’interno di un’area non disponibile a causa di un contenzioso tra l’Amministrazione e un privato, titolare dell’area limitrofa necessaria al completamento del progetto. “Vorremmo capire – spiega Calicchio – le motivazioni per cui il Comune abbia atteso ben 13 diffide dall’impresa per poi, nel marzo 2012, non affrontare un eventuale contenzioso sottoscrivendo un atto di transazione e corrispondendo alla ditta la somma di ben 700mila euro per le riserve, oltre ai già corrisposti 105mila euro per il lavori.” 

“Considerato il rilevante aggravio per le casse comunali – dicono tutti i consiglieri del PD firmatari dell’interpellanza – interroghiamo il Sindaco e l’Assessore competente sulla questione. In particolare, vorremmo conoscere quali azioni sono state intraprese per superare l’indisponibilità dell’area; l’esistenza, il valore e lo stato ad oggi del contenzioso con la proprietà dell’area limitrofa; perché l’amministrazione non si è avvalsa tempestivamente della facoltà di recesso a causa dell’indisponibilità della suddetta area; le motivazioni che, circa un decennio dopo i fatti sospensivi dei lavori, hanno indotto l’Ente comunale a stipulare la transazione con l’appaltatore e come sia stato quantificato il danno reclamato dall’impresa; se il Comune si sia mai opposto alla volontà di scioglimento del contratto da parte dell’appaltatore. Infine, vorremmo sapere se e in quali termini la gestione del contenzioso risponda ai criteri di buona amministrazione del denaro pubblico.”

Più informazioni su