Seguici su

Cerca nel sito

Avaria in mare, nove persone salvate dalla Guardia Costiera

I marinai di Ponza in azione a tre miglia da Ventotene

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel week-end, i militari in servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Ponza e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia, con l’ausilio delle Direzioni Marittime del Lazio e della Campania, sono stati impegnati in un’operazione di soccorso, a favore di una unità da diporto a vela di circa 10 metri denominata “Castore” con a bordo nove persone, che si trovava alla deriva a circa tre miglia sud est dall’isola di Ventotene. 

La segnalazione del soccorso perveniva alla ore 09.00 circa alla sala operativa di Circomare Ponza, via telefono tramite il Numero Blu 1530 della Guardia Costiera per le emergenze in mare, da parte dal comandante dell’unità a vela, il quale riferiva di avere in atto una grave emergenza a bordo causata dalla rottura dell’ albero maestro, spezzato a metà dalle avverse condizioni meteorologiche marine in atto, e dall’impossibilità di governare il motore in quanto la caduta in mare di una cima finita nell’elica ne aveva causato il blocco.

Ricevuta la segnalazione interveniva immediatamente la motovedetta CP857 di Ponza specializzata per il soccorso in mare che, nonostante le condizione meteorologiche proibitive con mare da sud ovest 4/5 e forti raffiche di vento, dirigeva in soccorso dell’unità alla deriva che per i forti venti e le correnti si allontanava sempre più dalla costa. A rendere più delicata la situazione è stata la difficoltà di stabilire delle adeguate comunicazioni radio/telefoniche con il “Castore”, in quanto il telefonino di bordo aveva perso la copertura dellarete GSM e l’apparato radio VHF consentiva soltanto delle brevi comunicazioni di qualità molto scarsa.

La motovedetta CP857, in considerazione del fatto che l’equipaggio del Castore non era in grado di fornire esatte indicazioni relativamente alla loro posizioni, vista la totale avaria dei sistemi di bordo tentava di individuare il mezzo sinistrato con continue ricerche effettuate tramitei sistemi radar e radiogoniometrici di bordo. Nonostante ciò il personale della Guardia Costiera di Ponza riusciva ad individuare la posizione del “Castore” che per la deriva era finito a circa 10 miglia dall’isola di Ischia indirizzando sul punto la dipendente motovedetta in mare.

Pertanto è stato allertato anche il personale della Guardia Costiera di Ischia che interveniva a supporto delle operazioni di soccorso.La motovedetta CP857 individuato il Castore gli prestava soccorso ed assistenza rimorchiando l’unità sino al più vicino porto di Ischia, porto in cui l’unità è arrivata  alle ore 13.30 circa traendo in salvo tutti e nove i malcapitati.

Più informazioni su