Seguici su

Cerca nel sito

Politiche ambientali e parcheggi: l’Amministrazione Mitrano al lavoro 

"Siamo consapevoli della necessità di intervenire aumentando il numero di posti auto in città"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’ex Assessore Di Ciaccio sa che cos’è la Bandiera Blu? L’unica che conosce è forse quella consegnatagli nel 2011, da un’associazione ambientalista, realizzata con tappi riciclati, per insegnargli a fare la raccolta differenziata”. E’ pungente l’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Vona nella sua risposta all’ex Amministratore Salvatore Di Ciaccio, che con le sue dichiarazioni, afferma Vona, dimostra di essere poco e male informato.   

Per l’Assessore della Giunta Mitrano “E’ un dato di fatto, e non certo un’operazione scaricabarile, ricordare che per partecipare all’assegnazione della Bandiera Blu 2013, bisogna presentare domanda entro febbraio 2013, nella consapevolezza di rispondere ai criteri richiesti. Quest’Amministrazione non ha potuto presentare domanda poiché, una della condizioni principali, ovvero la percentuale di raccolta differenziata relativa a tutto il 2012,  non arrivava al minimo richiesto dalla FEE (Foundation for Environmental Education, organismo internazionale che attribuisce la Bandiera Blu),  pari al 17%. Ciò  in quanto nei primi sei mesi del 2012, quindi mesi di governo raimondino (essendosi insediata la nuova Amministrazione Mitrano a fine maggio 2012), la raccolta su base mensile era davvero bassa, pari solo al 7%. Mentre la nostra Amministrazione, nei successivi sei mesi del 2012, è riuscita a raggiungere una media semestrale del 17%, MANTENENDO INALTERATI I COSTI DELLA RACCOLTA. Purtroppo però sulla percentuale annuale ha inciso il dato negativo dei mesi di Amministrazione Raimondi. Una volta avviata la raccolta porta a porta, nostro obiettivo fondamentale, la città di Gaeta sarà in grado di rispettare questo criterio in pieno. Quindi, quando Di Ciaccio ci accusa di aver fatto flop sulla Bandiera Blu, perché è trascorso un anno amministrativo senza ottenerla, dice falsità”. “Ma l’ex assessore  manifesta tutta la sua incompetenza e disinformazione quando fa riferimento al PUA – aggiunge il Consigliere Comunale Maurizio Caso, Presidente della Commissione Consiliare Attività Produttive, associandosi alle precisazioni di Vona –  Di Ciaccio sembra, infatti, non sapere che l’adozione del Piano di Utilizzazione degli Arenili da parte del Comune è un altro criterio  per l’attribuzione della Bandiera Blu. L’operatività della nostra Amministrazione ha consentito, in pochi mesi, di dare una risposta concreta anche in questo ambito, elaborando in maniera concertata un Piano, che sta seguendo il suo iter amministrativo. Ancora una volta l’ex Assessore Di Ciaccio farebbe bene ad informarsi”.

Infine, in merito alle politiche ambientali che si stanno adottando per la città di Gaeta, l’Assessore Vona  innanzitutto vuole  ricordare al Sig. Di Ciaccio, “che la sua Giunta ha distrutto un patrimonio arboreo di valore incommensurabile (palme secolari del Lungomare), non adottando nessuna cura, idonea a salvare gli alberi dal punteruolo rosso, come invece è stato fatto in altre città, vedi Minturno. Forse perché gli sforzi della sua Amministrazione erano tutti orientati a fare transazioni con ditte che non rispettano i capitolati, e a cui proprio la sua Amministrazione ha riconosciuto qualcosa che è al vaglio della Magistratura.  Cosa abbiamo fatto noi per la tutela dell’ambiente in questo primo anno? E’ presto detto: abbiamo bonificato gran parte del territorio pubblico dall’amianto; abbiamo avviato il grande progetto di piste ciclabili, punto di partenza per una città dalla mobilità sostenibile, i primi tratti sono in fase di ultimazione. E i sensi unici che tanto turbano Di Ciaccio sono funzionali a tale progetto. Tutta Via Marina di Serapo sarà riqualificata in vista della realizzazione delle piste, particolare attenzione sarà data al verde pubblico. D’altronde proprio la riqualificazione delle aree verdi cittadine è, dal primo giorno di mandato, una nostra priorità inderogabile. Abbiamo già provveduto a sistemare diverse  zone verdi della città, ed entro Dicembre 2013 inizieremo i lavori per riportare Villetta Traniello alla bellezza di un tempo”.

Sull’accusa, lanciata dall’ex amministratore Di Ciaccio, di aver annullato i progetti della precedente amministrazione in materia di parcheggi, è l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese a rispondere in modo fermo: “Nulla di più falso, i progetti non sono stati annullati, ma stanno seguendo l’iter procedurale previsto. La nostra Amministrazione è ben consapevole della necessità, ormai acuta, di intervenire aumentando il numero di posti auto in città. Sappiamo anche che si tratta di una questione delicata che richiede delle approfondite riflessioni. Stiamo, comunque, studiando e valutando anche altri progetti  per la  creazione di nuovi parcheggi. Capisco le esigenze di fare opposizione, espresse dall’ex Assessore  Di Ciaccio, ma a volte c’è bisogno di buonsenso e confronto per evitare di dare ai cittadini informazioni errate e fuorvianti”.

Più informazioni su