Seguici su

Cerca nel sito

Tellinari sportivi nel mirino della Guardia Costiera

Confiscati attrezzi e 40 chilogrammi di molluschi

Più informazioni su

Il Faro on line – Tre rastrelli a mano confiscati, 40 chili di telline sequestrate e sanzioni per un importo complessivo di tremila euro. E’ questo il risultato di una operazione messa in atto dagli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Torvajanica per scongiurare il fenomeno della pesca sportiva delle telline sotto misura (novellame) ed oltre i quantitativi consentiti per legge. Le operazionidi prevenzione e repressione dell’attività illecita sono iniziate in mattinata. Una pattuglia di militari, sopraggiunta sull’arenile di Via Lungomare degli Ardeatini in località Marina di Ardea, individuava alcuni soggetti che, immersi in acqua fino all’altezza del bacino,erano intenti a trainare, a mano, dei rastrelli utilizzati per la pesca delle telline.

Alcuni pescatori sportivi alla vista dei militari, sisono dati immediatamente alla fuga abbandonando gli attrezzi sulla battigia insieme al prodotto ittico che, contenuto in alcuni secchi, era stato già pescato.Mentre altri sono stati identificati e sanzionati per aver pescato un quantitativo di prodotto ittico oltre illimite di 5 kg. consentito dalla Legge per il pescatore sportivo.

“Gli interventi nel tratto di costa ricadente nel Comune di Ardea – ha detto il M.llo Falato, comandante dell’Ufficio marittimo di Torvajanica che ha diretto e coordinato le operazioni – si sono intensificati perraccogliere l’appello dei tanti pescatori professionisti locali che, nonostante siano soggetti a severi controlli normativi, si vedono sottrarre il prodotto da avventori che lo rivendono illegalmente, senza sottoporlo al vaglio dei sanitari con grave rischio per la salute deiconsumatori”.

I molluschi, trovati vivi, sono stati rimmessi in acqua. L’attività di controllo proseguirà anche nei prossimi giorni – avverte il Maresciallo Falato – sia in mare che presso pescherie, punti vendita e ristoranti, al fine di reprimere la cattura illecita e garantire nel contempo la tutela della salute dei consumatori.

Più informazioni su