Seguici su

Cerca nel sito

Vincenzo Taurino: una candidatura al “servizio di Tutti”

"È il momento di cambiare, il 26 e 27 maggio abbiamo il “potere” per farlo"

Più informazioni su

Il Faro on line –  Abbiamo intervistato Vincenzo Taurino, candidato con “Civica” per Esterino Montino sindaco. Qual è la sua speranza per le prossime elezioni?
Ci troviamo a vivere, da alcuni anni, una situazione sociale ed economica drammatica e che drammaticamente sta trasformando la nostra società e segnando le nostre vite.E questo è un dato di fatto riconosciuto da tutti.Stiamo vivendo una stagione politica che sul piano etico, morale e giudiziario ci riporta indietro di vent’anni, alla stagione di “mani pulite”. E quello che è certo è che la frattura tra l’opinione pubblica, la parte sana della società e i partiti tutti è sempre più profonda e irrecuperabile. Di conseguenza, la politica e i politici vengono riconosciuti come la causa del dramma che stiamo vivendo. E, anche questo, è un dato di fatto riconosciuto da tutti.

A questo punto la mia speranza è che alle prossime elezioni gli elettori, che sono anche gli stessi cittadini che stanno subendo gli effetti drammatici e devastanti della crisi, in conseguenza di una mala-politica e per colpa di politici incapaci, i quali però allo stesso tempo dimostrano grande capacità nel mantenere i propri privilegi, con un voto responsabile e consapevole, toglieranno la fiducia a chi ha avuto la responsabilità di governo, favorendo un avvicendamento politico e, fattore ancora più importante, utilizzeranno criteri di selezione molto severi nella scelta dei candidati.

Quale messaggio vuole dare agli elettori?
Di essere consapevoli che il voto dato per amicizia, per ricambiare un favore, per sudditanza clientelare, con leggerezza e menefreghismo, per confermare in consiglio comunale persone che già ci stanno da 5, 10, 15 anni e non possono dimostrare di essere stati all’altezza … è quel voto che produce la “mala-politica” e ci renderà complici, con lo stesso grado di responsabilità, almeno sul piano etico e morale, delle azioni di tutti quei politici incapaci e disonesti che avremo votato.Tra pochi giorni abbiamo la possibilità di esercitare in pieno il nostro potere di scelta con il voto e fare l’unica cosa che va fatta, per dire basta a questa politica e ai suoi politicanti: scegliere canditati che abbiano una storia personale che ci possa raccontare delle loro competenze, del loro impegno sul territorio, della loro onestà, della loro forza nel realizzare progetti, della loro capacità di mettersi al “servizio di Tutti”, della loro capacità di poter stare in un consiglio comunale ed essere amministratori al servizio della collettività. 

Qual è il suo progetto politico?
Io credo che se vogliamo ridare alla politica il suo vero significato e il suo vero valore, l’unica strada è quella di incominciare a tracciare un nuovo percorso e per fare questo dobbiamo incominciare a costruire le premesse per un nuovo modello politico.Il mio progetto politico è quello di intraprendere l’esperienza amministrativa portando con me tutto il mio bagaglio di esperienze, di competenze, di anni di impegno al servizio degli “Altri”, di valori consolidati, che saranno gli strumenti con i quali aprirò un nuovo sentiero e che sarà l’opportunità per favorire, nei prossimi anni, l’entrata in politica di altre persone concrete e di valore, per far crescere una nuova generazione di giovani che sappiano prendersi in mano la responsabilità del loro futuro; l’affermarsi di un nuovo modello culturale basato sulla giustizia sociale, sulla solidarietà, sulla Nonviolenza e sulla centralità delle persone.Il mio primo impegno sarà quello di promuovere ogni forma possibile di partecipazione democratica della cittadinanza alle scelte politiche, in particolare, del mondo del volontariato, dell’associazionismo e del cooperativismo sociale. 

Questo è l’unico modo per mettere nell’agenda politica i reali bisogni e aspettative dei cittadini, per avere un esercizio dei poteri trasparente, per arginare e prevenire ogni forma di illegalità e di esercizio arbitrario del proprio mandato politico, per avere uno strumento di valutazione diretta delle capacità degli amministratori; per creare una cultura della conoscenza diretta dei bisogni e della capacità di dare ad essi delle risposte; per far sì che ogni cittadino di qualsiasi zona di Fiumicino abbia pari dignità e possibilità di essere ascoltato. Questo progetto politico esiste e avrà vita a prescindere dal risultato elettorale, perché ogni volta che mi sono posto un obiettivo ho sempre trovato le giuste risorse per raggiungerlo.

Il suo appello al voto 
La mia speranza è che ogni cittadino, che ha il potere di scelta con il proprio voto, lo eserciti nel rispetto della propria dignità; facendo una scelta di riconoscimento del valore delle persone che si candidano e della loro effettiva capacità a ricoprire il ruolo di amministratore al servizio di Tutti.La mia candidatura la intendo come un’opportunità di scelta, anche per quelle persone costrette a rinunciare al diritto di voto perché sfiduciate e per chi è consapevole che il proprio voto di protesta non serve a nulla se non è affidato a persone che sappiano accogliere e rendere propositiva questo loro disagio.“… non siamo tutti uguali e non diventerò come loro una volta eletto ma ho bisogno di una possibilità per dimostrarlo. Questo è il momento in cui bisogna trovare  la forza per cambiare e affidarsi a chi ha le capacità per farlo … il 26 e il 27 maggio abbiamo il “potere” per farlo. Coraggio … non ci facciamo togliere la speranza, non ce lo possiamo permettere. 

Vincenzo Taurino ha una laurea in Sociologia; una laurea in Programmazione e Gestione delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali; un master di II livello in Criminologia e Scienze Forensi;         la qualifica  di Assistente Sociale Specialista, iscritto all’albo OAS. Per quanto riguarda le attività svolte a Fiumicino, Taurino Vincenzo è fondatore e presidente di un’associazione di volontariato per la solidarietà e l’integrazione sociale e di un’associazione di volontariato per aiuti umanitari, inoltre è socio nazionale del Movimento Nonviolento, co-fondatore, insieme al Movimento Nonviolento della Biblioteca specializzata per la Nonviolenza, responsabile del Centro Studi “Aldo Capitini”.
taurino.v@libero.it – FB Vincenzo Taurino

Più informazioni su