Seguici su

Cerca nel sito

Play off, il Latina sconfitto di misura

Tra una settimana ai nerazzurri basterà vincere con un gol di scarto

Più informazioni su

Il Faro on line – Sconfitta di misura per il Latina nell’andata della semifinale playoff giocata in casa della Nocerina. Finisce 1-0 al San Francesco con il verdetto qualificazione ancora da scrivere. Tutto si deciderà nel ritorno, tra una settimana, al Francioni, quando al Latina basterà vincere con un gol di scarto per qualificarsi alla finale.

Sceglie il 4-3-3 Stefano Sanderra per schierare il suo Latina. Nessuna sorpresa nell’undici titolare. Davanti a Bindi la linea a quattro composta (partendo da destra) da capitan Milani, Cottafava, De Giosa e Bruscagin. A centrocampo Cejas funge da regista davanti alla difesa con Sacilotto e Burrai ai lati. In avanti Jefferson è l’ariete centrali, mentre Barraco e Kola occupano le due fasce di competenza.

LA CRONACA – Partono forte i padroni di casa che nei primi 3′ producono due azioni pericolose che si concretizzano con due calci di punizione senza esito. Al 6′ ancora molossi in avanti: sovrapposizione di Chiosa, buco di Cejas e tiro dal limite di Corapi alto. La risposta del Latina arriva all’8′ con un’enorme palla gol. Cross di Milani da destra, leggerenza di De Lucia che non trattiene. Pronto c’è Barraco che in spaccata tenta in tap-in ma con la punta indirizza sopra la traversa. Passata la paura le due squadre alleggeriscono la pressione salvo poi risvegliarsi verso la mezzora con una punizione di Mazzeo che si spegne per questione di centimetri sopra l’incrocio dei pali. Al 36′ tiro di Negro su palla respinta dalla difesa. Bolide di destro da buona posizione che finisce alto. Il primo tempo si chiude con il Latina in affanno ma che crea l’ultima occasione con una girata al limite di Jefferson che finisce alta.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Nocerina in avanti a premere sull’acceleratore. Nel giro di cinque minuti due occasioni per i rossoneri. La prima al terzo con un cross fuori misura di Mazzeo che Negro tiene in campo con un gioco di prestigio eludendo la marcatura di Milani e poi impegna Bindi con un destro sotto misura. Due minuti dopo Evacuo inventa in verticale per Mazzeo che contrastato da Cottafava può solo tirare in corsa con il sinistro senza prendere la mira. Palla sull’esterno della rete. I due tecnici pescano quini dalla panchina. Pepe e Daffara sono i prescelti a Auteri, mentre sulla sponda pontina Sanderra manda in campo Danilevicius e Ricciardi per Burrai e Jefferson. Ma la Nocerina preme e si va vedere in avanti. Negro è bravo a rubare palla al limite entrare in area di rigore e impegnare Bindi. Il gol è nell’aria e arriva al 23′: punizione di Negro liftata, Bindi va con i pugni e respinge ma appostato in area c’è Baldan che solo davanti la porta non può fallire.

Il Latina reagisce bene e prova due volte la sortita dalla distanza con Ricciardi nel giro di due minuti. La prima conclusione è preda di De Lucia, la seconda si spegne alla sinistra del palo. Il Latina prova a riversarsi in avanti. Al 32′ bel tuffo di Cejas su angolo di Barraco impegna di testa De Lucia. Sanderra prova la carta Schetter, dentro per Barraco. L’ex di turno entra subito in partita con un sinistro dai 25 metri che finisce di non molto sopra la traversa. E’ un Latina propositivo che tenta di mettere pressione nell’ultimissimo scorcio di partita. Unico sussulto, però, un’incursione di Schetter all’ultimo minuto che con il sinistro da posizione defilata non crea problemi a De Lucia.

I tabellini

NOCERINA – LATINA 1-0

Nocerina: De Lucia, Baldan, Chiosa (11’st Pepe), Corapi (45’st Diagouraga), Scardina, De Liguori (11’st Daffara), Garufo, Bruno, Evacuo, Negro, Mazzeo. A disp.: Ragni, Russo, Andelkovic, Gavilan. All.: Auteri
Latina: Bindi, Milani, Bruscagin, Cejas, Cottafava, De Giosa, Barraco (33’st Schetter), Sacilotto, Jefferson (17’st Danilevicius), Burrai (13’st Ricciardi), Agodirin. A disp.: Ioime, Cafiero, Agius, Gerbo. All.: Sanderra

Arbitro: Ghersini di Genova. Assistenti: Chiocchi di Foligno e Bottegoni di Terni. Quarto uomo: Greco di Lecce
Marcatori: 23’st Baldan
Note – Ammoniti: Cottafava, Bruno, Sacilotto, Danilevicius. Recuperi: 2’pt – 5’st

Più informazioni su