Seguici su

Cerca nel sito

Natura e ricerca, una giornata a Tarquinia

Gli alunni dell’istituto Viale Adige sempre pronti a nuove esperienze didattiche

Più informazioni su

Il Faro on line – Non è stata la pioggia e il brutto tempo a fermare gli alunni dell’istituto Viale Adige,  che il giorno 21 maggio ’13, si sono recati presso le saline (centro ittiogenico sperimentale marino). Il villaggio nasce nel 1899, ed assume l’aspetto di un borgo, articolato lungo un viale centrale, con le abitazioni per gli addetti, le strutture di servizio e di pubblica utilità.I ragazzi delle classi 2A,2B,1B Tec.Turistico accompagnati dai docenti Alessandroni, Lalli e Giglio e guidati dalla guardia forestale, hanno visitato le saline, un ex impianto per l’estrazione del sale dall’acqua marina. Il sito è stato sottoposto a vincolo di tutela ambientale, a partire dal 1980, con l’istituzione della riserva naturale di ripopolamento animale. Il momento più interessante dell’uscita, è stato quando insieme ai ricercatori universitari si è potuto sperimentare l’estrazione del DNA mitocondriale, dal tessuto muscolare del merluzzo. Dopo di che, i ragazzi si sono recati nell’avannotteria pilota (per il ripopolamento degli astici), dove si studiano l’acquacoltura e la biologia marina, con particolare riferimento al ripopolamento di ambienti naturali, con vasche all’aperto e al chiuso. Troviamo perciò diverse varietà di pesci e crostacei. Il CISMa (Centro Ittiogenico Sperimentale Marino), comprende anche specie molto rare, per la fauna presente ed una particolare vegetazione. Il sito accoglie varie specie di esemplari appartenenti alla famiglia dei volatili stanziali e migratori come: il Fenicottero rosa, la Garzetta, l’Airone cinerino e molte altre specie meno diffuse. L’uscita prosegue con la visita guidata presso il museo nazionale della storia etrusca situato nello storico palazzo Vitelleschi di Tarquinia, autentico capolavoro architettonico del Rinascimento con elementi in stile gotico e catalano. Il palazzo venne realizzato per volontà del Cardinale Giovanni Vitelleschi costruito tra il 1436 ed il 1439,  e comprato in seguito dal Comune che successivamente lo cedette allo Stato italiano. Gli studenti, accompagnati dalla guida turistica, hanno partecipato alla visita del museo, immergendosi direttamente nella storia delle popolazioni etrusche del nostro territorio.

Più informazioni su