Seguici su

Cerca nel sito

“Io cittadino”: coloriamo insieme il futuro

La Provincia incontra i mini sindaci dei Comuni di Latina, Roma, Sperlonga e San Felice Circeo.

Più informazioni su

Il Faro on line – L’istituzione provincia apre le sue “segrete” stanze ai cittadini di domani, e lo fa questa volta con l’iniziativa “Coloriamo insieme il futuro”, che ha coinvolto questa mattina delegazioni di mini sindaci e mini consiglieri dei parchi naturali d’Italia e dei Comuni di Latina, Roma, Sperlonga e San Felice Circeo.

“L’educazione civica – afferma il presidente Armando Cusani – è una gamba fondamentale del vivere in comunità, per questo le Istituzioni devono sempre più investire sulle future generazioni, a partire dai più piccoli, sottolineano loro che se in una comunità non c’è rappresentanza non può esserci futuro per la democrazia.Ma anche se non c’è partecipazione non può esserci futuro per una democrazia, come se non c’è ascolto per chi rappresenta non può esserci sviluppo democratico.
Ritengo queste enunciazioni i tre pilastri fondamentali che devono essere patrimonio di crescita per i piccoli cittadini e l’iniziativa che sosteniamo va in questa direzione.Oggi in aula consiliare non c’è stato alcun dibattito, il presidente della Provincia ha ascoltato le domande dei ragazzi e alle quali ha risposto cercando di irrobustire il loro senso civico.L’evento di questa mattina capita poi in un contesto di grave crisi delle istituzioni, che è crisi della rappresentanza e del rapporto tra i cittadini e di chi si propone per significare qualcosa.Noi siamo convinti – termina Cusani – che dobbiamo ritornare a parlare con i ragazzi e a investire su di loro, ma anche inserendo nel loro gene di crescita il tema fondamentale della partecipazione e della rappresentanza, senza le quali una democrazia non potrebbe alimentarsi, finendo la sua corsa tra le nefaste braccia della negazione delle libertà”.

Al termine dell’incontro il presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, ha donato un “mega assegno” che permetterà ai ragazzi intervenuti di effettuare un viaggio didattico all’isola di Ventotene, culla della democrazia italiana ed Europea.

Più informazioni su