Seguici su

Cerca nel sito

La questione “The Spot” in commissione Sport

Zanchelli: "La speranza è che escano idee costruttive per giungere ad una soluzione certa"

Più informazioni su

Il Faro on line – Questa mattina alle 10.30, presso il Municipio Roma X, Piazza della Stazione Vecchia, Sala Consiliare Massimo Di Somma, si svolgera’ (in seduta pubblica) una riunione della Commissione III, Servizi Sociali, Pari Opportunita’ e Sport, nell’ambito della quale sara’ esaminata la situazione relativa a THE SPOT.
Lo scorso 14 agosto, senza preavviso, lo skatepark The Spot è stato sequestrato per abusivismo edilizio. La realtà di The Spot vive da ormai più di 10 anni ed è un posto strategico per l’educazione di ragazzi e bambini che vivono in un quartiere difficile come quello di Nuova Ostia.
Come menzionato da diversi organi di informazione locali e nazionali, le parti in causa hanno mostrato tutte uno spirito costruttivo, improntato alla volontà ed alla necessità di non disperdere il patrimonio di socialità ed integrazione che per oltre un decennio hanno caratterizzato l’opera di THE SPOT sul territorio cittadino ed in particolare nel complesso contesto della Nuova Ostia.
“La nostra associazione presenzierà, al fine di perorare la causa propria ma soprattutto dei tanti utenti (specialmente i bambini), i quali si trovano purtroppo privi della possibilita’ di beneficiare dell’opera quotidiana di THE SPOT. Da parte nostra, siamo aperti al dialogo nel senso più ampio, sia nei riguardi dell’autorità locale, che del proprietario ed affidatario dell’area, cioè l’Ufficio per l’Edilizia di Culto della Diocesi di Roma, con cui (grazie alla disponibilità dimostrataci dal Direttore mons. Liberio Andreatta) avremo un colloquio a Settembre”. – Afferma William Zanchelli. Continua il direttore del centro: “L’obiettivo, o meglio la speranza che riponiamo in questa riunione, è – nell’ambito delle prerogative della Commissione – che ne escano idee costruttive per giungere ad una soluzione certa, nei modi (cioè che ci sia una proposta concreta) e nei tempi, che non possono assolutamente essere quelli tipici e fisiologici della politica. Il tutto nell’interesse degli utenti e della vivibilità di un intero quadrante che si trova ad oggi spaesato e privo di un importante punto di riferimento sociale ed anche sportivo”.
Conclude Zanchelli: “Rimaniamo di conseguenza aperti alle soluzioni che ci verranno proposte, ma nel rispetto del nostro spirito e di tutti i nostri ragazzi, ci riserviamo di farci portatori delle idee che gli utenti hanno proposto a noi. Abbiamo quindi intenzione di presentare delle soluzioni che riteniamo idonee a rappresentare al meglio lo spirito costruttivo che deve animare l’associazionismo, ed a garantire ai ragazzi della città quegli spazi (fisici e di relazione), quelle possibilità e quella speranza per lungo tempo negati. Tutti elementi che THE SPOT per oltre un decennio ha saputo offrire, accogliendo – ed in parte soddisfacendo – i bisogni, le esigenze ed i sogni di tanti”. The Spot ha lanciato una petizione in rete e sta ricevendo messaggi e video di solidarietà da famiglie, ragazzi, rappers ed atleti. La rete si sta letteralmente mobilitando per veicolare il messaggio: #SavetheSpot!
The Spot invita tutti a partecipare alla seduta pubblica di domani, raccomandando di farlo nel pieno rispetto dello spirito costruttivo descritto in queste righe. Il rispetto dei ruoli da parte di tutti, e la fiducia nelle istituzioni sono gli elementi essenziali per garantire che si giunga ad una giusta conclusione in questa vicenda che danneggia in primis voi, utenti (e genitori di utenti…)

Più informazioni su