Seguici su

Cerca nel sito

“Danni alla costa, il Comune chieda lo stato di calamità naturale”

In prima linea l’associazione di categoria Assobalneari Litorale Nord – FederBalneari Italia

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il Comune di Santa Marinella chieda subito lo stato di calamità naturale per fronteggiare i danni sulla località di Santa Severa”. Lo afferma l’associazione di categoria Assobalneari Litorale Nord – FederBalneari Italia, a seguito della fortissima tromba d’aria che si è abbattuta sugli stabilimenti balneari e sulle abitazioni di Santa Severa distruggendo parte della costa e delle civili abitazioni. “Stanno mutando le condizioni climatiche e ogni anno il clima si sta tropicalizzando sempre più essendo caratterizzato in modo alternato da fortissime piogge, caldo torrido e cicloni distruttivi”. 
“Non era mai accaduto in Italia che si verificasse un evento meteo – marino così distruttivo come quello che si è abbattuto sulla località di Santa Severa. Alcuni stabilimenti balneari distrutti in piena stagione e tetti delle abitazioni scoperchiati oltre agli ingenti danni provocati alle opere pubbliche presenti sulla località”.
“Siamo convinti che il Comune di Santa Marinella debba chiedere subito alla Regione lo stato di calamità naturale anche alla luce dell’entità e della consistenza dei danni alle strutture pubbliche e che i singoli privati – dichiara il presidente di Assobalneari Litorale Nord Marco Maurelli – hanno subito e così pure per la distruzione delle opere pubbliche nei pressi della costa dove si è abbattuto il tornado. I danni certificati ammontano a circa un milione di euro e ci sentiremmo maggiormente tutelati se la Regione sostenesse il sistema.”
“Questo genere di eventi calamitosi si sta verificando sull’intera costa italiana con ormai grande frequenza anche se mai in modo così distruttivo come per la località di Santa Severa. Assobalneari Litorale Nord ha inviato una missiva al Sindaco di Santa Marinella che mira a richiedere l’indizione dello stato di calamità naturale sulla località di Santa Severa”.
La proposta che Assobalneari Litorale Nord intende promuovere è che Regioni e Stato creino un fondo di solidarietà da cui i comuni possano attingere in caso di calamità naturale certificata, per evitare che la burocrazia affligga i cittadini coinvolti e che le stesse imprese colpite non abbiano la forza per far ripartire la produzione ed il lavoro.

Più informazioni su