Seguici su

Cerca nel sito

Gonnelli (Pdl): “Cimitero interdetto per i disabili”

"Lavori di ristrutturazione fatti senza alcuna sicurezza per i cittadini. L’assessore Caroccia non ha rispettato le promesse"

Più informazioni su

Il Faro on line – “La decisione di interdire l’accesso al vecchio cimitero di via Portuense a tutte le auto, anche quelle con il contrassegno per disabili, è assurda. Significa impedire a persone anziane e con difficoltà motorie di riconciliarsi con i propri cari. Invece di prendere provvedimenti astrusi per evitare problemi e assumersi le responsabilità per le quali è pagato, l’assessore Carocci avrebbe fatto prima a mantenere le promesse snocciolate alla città un mese fa: mettere in sicurezza l’area di cantiere. È assurdo che a causa di semplici lavori di ristrutturazione venga interdetto l’accesso al cimitero, creando disagi su disagi ai cittadini”. Lo dichiara il consigliere comunale, Mauro Gonnelli che afferma: “Il 2 agosto scorso il capogruppo Pdl, William De Vecchis aveva chiesto interventi urgenti dopo alcuni esposti ai carabinieri e il ferimento di una donna, caduta su una griglia dell’acqua dello scolo non delimitata. L’assessore Caroccia si era sbrigato ad affermare che sarebbe intervenuto. Risultato: tutto come prima. Calcinacci per terra, cantiere non delimitato, materiali utili ai lavori ammassati alla bene in meglio. Così è pericoloso. Bisogna delimitare l’area degli interventi. Anziani e persone con disabilità sono costretti a zigzagare tra gli ostacoli. Nemmeno fosse una gimkana. Qualcuno un mese fa si è fatto già male. Il Pdl aveva chiesto due semplici operazioni: delimitare la zona di cantiere e andare avanti per piccoli lotti, in modo tale da contenere rischi e disagi per i cittadini. Caroccia aveva fatto una bella risata rispondendo picche. ‘Ci penso io’ aveva detto. Questi sono i risultati. Oggi il cimitero è interdetto. I cittadini vivono costantemente nel disagio. Sarebbe bastato prendere atto e intervenire. E invece questa amministrazione preferisce smentire tutto, anche quando viene presa con le mani nel sacco. Le trivellazioni alla rotatoria di viale di Coccia di Morto ne sono un esempio lampante”. 

Più informazioni su