Seguici su

Cerca nel sito

Cerveteri: ridestinati 500.000 euro sulle opere pubbliche

Presentato il piano di salvataggio della Multiservizi, il Sindaco: motivi burocratici ci impediscono di applicarlo, lo ripresenteremo nel primo consiglio utile

Più informazioni su

Il Faro on line – “Con l’approvazione dell’assestamento di Bilancio concludiamo l’iter finanziario della nostra Città. Siamo tra i pochi Comuni a esserci riusciti”. Con queste parole il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ha commentato la seduta del Consiglio comunale di giovedì 28 novembre. “Faccio i miei più sentiti complimenti – ha continuato Pascucci – al vicesindaco Giuseppe Zito e a tutti gli Uffici comunali per il lavoro svolto in questi mesi”.
La manovra presentata in aula ha previsto principalmente un incremento delle somme a disposizione dei Servizi Sociali e interventi sulle Opere pubbliche. “La crisi economica sta mettendo in ginocchio tante famiglie. Lo Stato continua a tagliare i fondi alla nostra città ( circa 6 milioni di euro di cui 2 milioni per il Fondo di solidarietà), ma, nonostante i tagli, continuiamo a investire sugli aiuti alle famiglie”. Il secondo punto della manovra interessa le opere pubbliche. Sono stati ridestinati 500.000 euro su interventi ritenuti prioritari: “Abbiamo incrementato di ulteriori 150.000 euro gli interventi sulle strade (arrivando a un totale di € 560.000), abbiamo portato a € 490.000 il capitolo per la realizzazione delle piste ciclabili a Cerenova e a € 300.000 gli interventi sulle aree verdi e sportive della città. Inoltre abbiamo investito € 150.000 per la realizzazione di un impianto di videosorveglianza, lanciando quindi un nuovo progetto per la sicurezza. Con questo impianto potremmo così tenere sotto controllo le strade di accesso alle nostre Frazioni”.
Nel corso della seduta, in ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento comunale, il Sindaco Pascucci ha letto una lunga e dettagliata relazione (20 pagine) sullo stato di attuazione del programma elettorale e sui risultati raggiunti fino ad oggi. “È bene che i cittadini sappiano che c’è una norma prevede, da sempre, che i Sindaci presentino questo documento di verifica ogni anno. Eppure non l’ha mai fatto nessuno. Noi sì, come d’altro canto avevamo già fatto nel 2012, anche se insediati da poco. Giovedì sera abbiamo illustrato e spiegato quanto è stato fatto in questi primi 18 mesi. Il documento presentato (che sarà consultabile a breve sul profilo Facebook di Alessio Pascucci e sul sito www.comune.cerveteri.rm.it) contiene informazioni su iniziative concrete, collegate a Delibere e a impegni specifici”.
“È difficile – ha proseguito il Sindaco – riassumere in pochi minuti la nostra attività. Ci vorrebbero anzi delle ore per parlare delle opere pubbliche già inaugurate e avviate, o delle innumerevoli iniziative portate avanti, per esempio, a favore dell’ambiente e per il rilancio della cultura. In un anno e mezzo abbiamo aumentato del 26% le presenze al Museo Nazionale Cerite che si trova nel nostro Centro storico, abbiamo abbattuto le liste d’attesa nelle scuole della città e rinnovato tutti i refettori scolastici, abbiamo realizzato i primi campi sportivi pubblici per i giovani e risolto questioni urbanistiche vecchie di trent’anni come quelle della zona “ex Roma”. Ma i problemi sono ancora tanti e complessi e siamo solo all’inizio di questo percorso. Ci auguriamo di poter fare sempre meglio continuando a confrontarci con i cittadini e con gli operatori dei vari settori della Città”.
La manovra di Bilancio è stata modificata in Aula, stralciando una manovra finanziaria che non aveva ricevuto il benestare dei Revisori dei Conti. “Fare politica significa avere coraggio – ha spiegato Pascucci – come abbiamo sempre detto, noi vogliamo salvare la Multiservizi e renderla un’azienda efficiente. Questo significa garantire i servizi miglior per i cittadini e tutelare i posti di lavoro dei dipendenti. Al nostro insediamento abbiamo trovato l’Azienda completamente devastata dalle precedenti gestioni, con una previsione di perdita di 730.000 euro nel 2012 e debiti per oltre 1,5 milioni di euro. In meno di un anno abbiamo ridotto della metà la perdita presunta e, se tutto va secondo i nostri piani, al 31 dicembre 2013 raggiungeremo il pareggio di bilancio: un risultato storico, mai raggiunto prima. Ma questo non risolve il problema del debito accumulato. Abbiamo perciò studiato approfonditamente e individuato una soluzione virtuosa che prevede non solo minori costi per la Multiservizi ma persino dei ricavi per il Comune di Cerveteri. Purtroppo, per motivi tecnici, non ci è ancora permesso di applicarla. Ma di certo non demordiamo. Già dal voto di ieri sera mi sono impegnato a riproporre questa soluzione nel primo Consiglio comunale utile del 2014. E così sarà”.

Più informazioni su