Seguici su

Cerca nel sito

Volley. L’Andreoli Latina ospita la blasonata Modena

La sfida valida per l’ottava giornata del campionato di A1

Più informazioni su

Il Faro on line – L’Andreoli torma questo pomeriggio alle 18 al PalaBianchini con CasaModena. Si gioca l’ottava giornata del massimo campionato di A1. Solo tre giorni di distanza dalla trasferta di Verona in un dicembre pieno d’impegni che la rivedrà subito in campo mercoledì 11 dicembre con la Precura Antwerpen (ritorno previsto in Belgio il 18 dicembre) nella Challenger Cup. Sia Latina che Modena cercano punti per rimpinguare la classifica dopo un avvio a rilento. CasaModena è l’erede della gloriosa Panini che nel ventennio dal 1969 al 1989 ha dominato a livello nazionale e proponendosi anche in quello europeo, grazie a 8 scudetti, 6 Coppe Italia, 2 Coppe delle Coppe, 3 Coppe Confederali. Cambiando assetto societario ha mantenuto alto il blasone della Città con altri 3 scudetti, 4 Coppe Italia, una Supercoppa, 4 Champions e altre 4 coppe europee. Numeri che possono affermare che nel capoluogo emiliano si “mangia pane e pallavolo” e che il volley lo hanno “inventato” basta citare gli scudetti negli anni cinquanta e sessanta della Minelli, Crocetta, Avia Pervia e Villa d’Oro. Gli emiliani, anche se sono a metà classifica e hanno avuto una partenza altalenante, tanto che già si parla di ricorrere al mercato invernale. Dopo aver superato Ravenna 3-0, hanno perso tre gare al tiebreak a Perugia, con Piacenza e a Città di Castello, per poi vincere sempre al tiebreak con Vibo Valentia; nella ultime due gare: sconfitta casalinga in tre set con Trento e un punto strappato a Macerata. Il bilancio quindi è di “sole” due gare vinte e cinque perse, con però cinque tiebreak giocati che la portano a 9 punti in classifica.Il tecnico Angelo Lorenzetti, alla seconda stagione alla guida della squadra, può contare di una rosa molto competitiva con Lukas Kampa al palleggio e Zbigniew Bartman opposto, l’azzurro Thomas Beretta e l’ex nazionale Andrea Sala al centro, Uros Kovacevic (fratello dell’ex Nikola) e San Deroo schiacciatori con la possibilità dell’innesto di Guillaume Quesque, Loris Manià, anche lui ex nazionale, libero. In panchina oltre al già citato Quesque, ci sono Alen Sket, Niki Hendriks, Davis Krumins, Elia Bossi e Fabio Donadio.Santilli potrebbe riproporre lo schieramento di giovedì con Sottile in regia e Starovic opposto, Gitto e Verhees centrali, Fragkos e Skrimov schiacciatori, Rossini libero, ma con tutti gli altri pronti a subentrare.Nei 23 precedenti in campionato tra le due squadre, è in vantaggio Modena con 14 gare vinte e 9 perse, ma se si considerano solo gli scontri nel Lazio il gap scende a 7-4 sempre per gli emiliani. Non ci sono ex in campo.

Più informazioni su