Seguici su

Cerca nel sito

Urbanistica, 70 studenti di Architettura a spasso per Cerveteri

Soddisfatto il Sindaco: "Siamo felici di collaborare con le Università"

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono stati circa 70 tra studenti e studentesse insieme al Prof. Giacinto Donvito, docente del corso di Urbanistica 2 della Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma, i ragazzi che hanno incontrato questa mattina a Sala Ruspoli il Sindaco di Cerveteri Alessio Pasucci e il Dirigente all’Urbanistica l’arch. Adalberto Ferrante.
“Abbiamo scelto Cerveteri come caso di studio – ha spiegato il Prof. Donvito, conoscitore della città di Cerveteri e studioso particolarmente interessato alla storia dello sviluppo urbanistico della città e ai nuovi progetti messi in cantiere dall’Amministrazione comunale – questa mattina siamo in viaggio di studio qui a Cerveteri per scoprirne le peculiarità e per analizzarne lo sviluppo. Ho chiesto ai miei studenti di realizzare, come esercitazione pratica, un progetto urbanistico basato sui punti forti della Città di Cerveteri, per questo oggi saremo in visita nel centro storico e presso l’area archeologica etrusca”.
“Un’incontro estremamente positivo – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, che ha tenuto una breve lectio magistralis, offrendo già da subito la disponibilità ad ospitare una mostra pubblica degli elaborati degli studenti – siamo contenti che ancora una volta i Docenti e gli Atenei abbiano scelto Cerveteri per realizzare attività formative per i propri studenti. Sappiamo quanto la nostra città risulti interessante per la sua storia e le sue peculiarità e la collaborazione con le Università è per noi un’ottima opportunità per far nascere nuovi progetti e sperimentazioni. In questo anno e mezzo dal nostro insediamento abbiamo ricevuto dalle università molteplici spunti e proposte di collaborazione che ci hanno visto sempre assolutamente disponibili”.
“Tra le iniziative in campo urbanistico che abbiamo concretizzato negli ultimi mesi – ha ricordato il Sindaco Pascucci – abbiamo uniformato le regole delle destinazioni d’uso di tutta l’area cosiddetta Ex Roma a quelle previste dal Piano Regolatore per il resto del territorio comunale, atto che riguarda un’area di 870 ettari che da oltre vent’anni subivano una disparità di trattamento a cui nessuno aveva mai posto fine. Abbiamo approvato in Consiglio comunale gli indirizzi generali per la monetizzazione delle aree da destinare a standard urbanistici non reperiti, per dare maggiori opportunità ai cittadini e all’economia cittadina. Con questo atto apriamo la possibilità di tradurre in denaro da versare nelle casse pubbliche gli standard urbanistici obbligatori per legge ed anche finalmente esigere una giusta compensazione per tutti quegli interventi sulle unità immobiliari che sono stati già fatti ma che ancora attendono il reperimento degli standard. Tra gli altri interventi ricordo anche l’estensione all’area A2, limitrofa al centro storico, della possibilità di aprire attività commerciali nei locali che sorgono al piano del livello stradale e il Piano del Colore, in dirittura d’arrivo, per rendere omogenee le colorazioni e i rapporti cromatici negli interventi edilizi”.

Più informazioni su