Seguici su

Cerca nel sito

“Assessore Belmonte: Se ci sei batti un colpo”

La denuncia del Consorzio Axa

Più informazioni su

Il Faro on line – Riceviamo e pubblichiamo. In un “articolo-comunicato” dei giorni scorsi, l’Assessore Marco Belmonte annuncia “orgogliosamente” la partenza del piano per la cura del verde nel X Municipio, che – rispondendo alle segnalazioni dei cittadini – prevede numerose potature e abbattimenti per far fronte alle situazioni più urgenti. Segue un dettagliato elenco di zone interessate, da Ostia a Via di Acilia, dall’Infernetto a Dragona e Dragoncello. Peccato che Belmonte si sia completamente dimenticato dei pini di Via dei Pescatori che, nel tratto che attraversa l’Axa, non solo hanno completamente sollevato il manto stradale, tanto che i Vigili del Fuoco da tempo l’hanno chiusa al transito, ma hanno urgente bisogno di essere potati, visto che non passa giorno senza che dei grossi rami si spezzino e, nonostante i cartelli di allarme disposti un po’ dovunque dal Consorzio Axa, rischino di piombare sui bambini che giocano nei prati circostanti, cinofili che portano a spasso i cani e mamme con le carrozzine. Senza contare che le chiome di quei pini sono talmente fitte da fare magnificamente da vela ad ogni soffio di vento, rischiando così di tirare giù l’intero albero. E parliamo di piante di 20/30 metri e 3/4 di diametro!Assessore, che ne ha fatto delle numerosissime segnalazioni, corredate da tanto di fotografie, inviatele dal Consorzio Axa? Forse non sa, o finge di non sapere, che pur attraversando il cuore del quartiere Axa, quella strada – e quindi quei pini – sono comunali? O forse confida nel senso di responsabilità dell’Amministrazione consortile, che, per evitare tragedie, interviene a potare i rami più a rischio a spese dei consorziati?Fino ad ora, Assessore, è andata bene, ma se aspetta solo “il morto”, non dovrà attendere molto.Giovedì 12, nel breve tratto di Via dei Pescatori ancora aperto al traffico, quello che da Via di Acilia immette a Piazza Eschilo, un motociclista è saltato su una enorme radice di pino ed è caduto rovinosamente a terra, rimediando “solo” qualche livido ed escoriazioni varie. Per la moto, invece, è andata peggio: graffi e ammaccature non si contavano. Soccorso dal Vice Presidente del Consorzio, Pietro Ferranti, che era lì di passaggio, il motociclista prima ha smoccolato, poi pieno di rabbia ha minacciato richieste di danni.Per non parlare dei grossi rami caduti negli scorsi giorni tempestosi, che hanno “mancato” per un soffio i passanti.Assessore Belmonte, si dia una mossa prima che sia troppo tardi! 

Maurizio Giandinoto
consigliere delegato ai rapporti con la Stampa
per il Consorzio Axa 

Più informazioni su