Seguici su

Cerca nel sito

Satta: “Chi ha più cervello lo usi”

Il leader della lista civica Noi Insieme: "Oggi in consiglio si evitino certi atteggiamenti"

Più informazioni su

Il Faro on line – È voluto intervenire anche il leader della lista civica Noi Insieme, Luigi Satta. A una manciata di ore dal consiglio comunale di questo pomeriggio ha voluto lanciare un appello: non si ripeta quello spettacolo indecoroso. 
“Destra, sinistra, centro: tutti hanno contribuito a surriscaldare un clima già di per sé infuocato – ha detto Satta – . Abbiamo dato una brutta immagine all’esterno. Non si è parlato che della vergognosa rissa. Spero che già da questo pomeriggio certi spettacoli non si ripetano più”. “Serve – spiega – da parte di tutti un intervento per calmare le tifoserie. Si conti fino a dieci, si tiri un bel respiro, con certi atteggiamenti non si va lontano. La rabbia non può essere una giustificazione. Il Signore c’ha creato il cervello per pensare ed è giusto che lo si usi prima di mettere in moto la lingua e prima di mostrare la forza. Nel Burkina Faso c’è più civiltà che nel nostro paese. Il Natale è alle porte, prendiamo spunto per ritrovare un po’ di serenità.
“Atteggiamenti come quelli dimostrati in quel consiglio non sono di buon insegnamento e mi dispiace che la conduzione dei lavori non sia stata delle migliori. Sicuramente molto è da imputare alla poca esperienza di qualcuno. Sarebbe dovuto intervenire chi aveva più esperienza. Quantomeno per limitare i danni. Così come sarebbe stato intelligente da parte di qualche consigliere di maggioranza od opposizione chiedere una sospensione per riunire i capigruppo per conciliare e mettere un po’ di pace tra le tifoserie legittime ma non da stadio: non serve il branco e il capo”. 
“Ora i lavori del consiglio vadano avanti, la giustizia farà il suo corso e chi ha sbagliato pagherà. Ma certamente siamo lontani da quello che i cittadini si aspettavano, confidando in uno pseudo cambiamento in parte voluto. Ma in questi sei mesi ancora non si vede luce. Anzi, sembra di vedere un film già visto nelle precedenti legislature. Il consigliere eletto? Un portatore di voti e un figurante nella scena politica. Forse dovremo rassegnarci a questo e poco altro. Ma tutti ricordino: un’imbarcazione per navigare ha bisogno del comandante ma anche della ciurma, altrimenti si va alla deriva”. 

Red 

Più informazioni su