Seguici su

Cerca nel sito

Pisana, ridotte le spese del Consiglio regionale

Il presidente Leodori in IV commissione ha illustrato il consuntivo 2012 e il bilancio di previsione 2014-2016

Più informazioni su

Il Faro on line – Il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori, ha illustrato in commissione Bilancio, presieduta da Mauro Buschini (Pd), le linee guida del bilancio di previsione del Consiglio regionale per gli esercizi finanziari 2013, 2014 e 2015 (proposta di deliberazione consiliare n. 24). La spesa prevista ammonta a circa 66 milioni di euro per ciascuna annualità considerata, alla quale si vanno ad aggiungere le spese per ritenute previdenziali e assistenziali relative alle indennità dei consiglieri, dei vitalizi, dei consulenti, classificate come partite di giro, contro i 74,4 milioni di euro del 2012 (proposta di deliberazione consiliare n. 17). “Il consuntivo 2012 che ha approvato l’Ufficio di presidenza è stato prima parificato dalla Corte dei Conti, assieme al Rendiconto generale della Regione Lazio”, ha spiegato Leodori il quale ha anche sottolineato che il bilancio per il 2014 si presenta con una ulteriore riduzione della spesa rispetto a quanto riportato nel preconsuntivo 2013.

“Rispetto ai tagli ai gruppi consiliari e al personale siamo arrivati a un livello di non ulteriore aggressione della spesa – ha proseguito Leodori –, ma dovremo verificare la possibilità di ulteriori tagli alla scadenza di alcuni contratti di servizi e utenze: pulizie, giardinaggio, riscaldamento, vigilanza.”. Nella nuova veste, prevista dal dlgs 118/2011 in materia di federalismo fiscale, il bilancio regionale armonizzato del Consiglio regionale prevede entrate per 65.742.130 euro dal bilancio della Regione e 202.916 euro erogati dall’Autorità per le garanzie delle comunicazioni per il funzionamento del Comitato regionale delle comunicazioni (Corecom). Sul fronte delle spese, il bilancio del Consiglio è strutturato nei quattro programmi della “Missione 1 – Servizi istituzionali, generali e di gestione” e nella “Missione 99 – Servizi per conto terzi” in cui compare la sopracitata somma per il pagamento delle ritenute relative a indennità, vitalizi e consulenze.

La spesa più consistente è quella relativa al programma 1, “Organi istituzionali”, pari a 39.784.803 euro, che raccoglie tutte quelle voci di spesa che si riferiscono alle indennità dei consiglieri, dei vitalizi, degli organismi autonomi e dei comitati, alle manifestazioni istituzionali, all’informazione e alla comunicazione istituzionale. Quasi 21 milioni di euro sono destinati al Programma 3, “Gestione economica, finanziaria, programmazione e provveditorato”. Circa cinque milioni sono destinati al Programma 6, vale a dire alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili del Consiglio e agli adeguamenti in base alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Alla formazione, qualificazione e aggiornamento del personale sono destinati 195 mila euro (Programma 10 “Risorse umane”). In tale campo, un ruolo di particolare rilievo è destinato ad assumere l’Istituto regionale di Studi giuridici del Lazio Carlo Arturo Iemolo, il cui bilancio (1,3 milioni di euro per il 2014), allegato al bilancio del Consiglio, è stato illustrato in commissione dal Segretario generale del Consiglio regionale, Antonio Calicchia.

I lavori della IV commissione proseguono secondo il seguente calendario: domani, mercoledì 18, e dopodomani, giovedì 19, dalle 10,30. Si proseguirà con l’esame dei provvedimenti che costituiscono la manovra di bilancio: il “Documento di economia e finanza 2014-2016” (proposta di deliberazione consiliare n. 22), il bilancio della Regione (PL 107), la legge di stabilità regionale (PL 106), il rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2012 (PL 105), il conto consuntivo del Consiglio regionale del Lazio per l’esercizio 2012 (proposta di deliberazione consiliare n. 17) e il bilancio di previsione del Consiglio per l’esercizio 2014 (proposta di deliberazione consiliare n. 24). Gli emendamenti e i sub emendamenti in commissione dovranno essere presentati entro le ore 17,00 di mercoledì 18. Una volta ottenuto il parere favorevole dalla IV commissione, i provvedimenti che costituiscono la manovra di bilancio dovranno approdare nell’Aula per l’approvazione da parte del Consiglio regionale che è stato all’uopo convocato per sabato 21 dicembre alle ore 11. All’ordine del giorno della seduta c’è anche la PL 112 relativa all’anticipazione della stagione dei saldi al 4 gennaio.

Più informazioni su