Seguici su

Cerca nel sito

“L’attacco alle istituzioni è venuto dall’opposizione. Imparino a rispettare l’aula”

Lo afferma Stefano Calcaterra, segretario Comunale del Pd di Fiumicino

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il Delegato del sindaco alla Sicurezza Raffaele Megna ha ragione. Militarizzare un consiglio comunale rischia di dare un’immagine all’esterno sbagliata e fuorviante. Detto questo però porrei dei distinguo: io come tanti altri amici, colleghi e addetti ai lavori non mi sento assolutamente in colpa. L’attacco alle istituzioni, al palazzo, non è arrivato da chi oggi amministra ma da chi non accetta di aver perso le elezioni”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa a firma di Stefano Calcaterra, segretario Comunale del Pd di Fiumicino.

“I cori da stadio, gli striscioni non sono stata certo opera di chi oggi governa legittimamente questo Comune. Spero che questa brutta pagina sia presto dimenticata e si possa tornare velocemente a lavorare per il bene dei cittadini e della città, con le divergenze, le polemiche, le differenti vedute, ma abbandonando certi atteggiamenti plateali che il consiglio ha tollerato fino a oggi ma che non può più accettare. Il centrodestra non può dettare l’agenda dei lavori, non può continuamente forzare le regole. Le rispetti, rispetti l’aula, rispetti chi oggi amministra come il centrosinistra ha sempre fatto nei precedenti dieci anni. Sullo streaming do la mia piena fiducia al Presidente del Consiglio Comunale Michela Califano: questa polemica è soltanto un altro tentativo per fare gazzarre ideologiche. Dobbiamo portare avanti il programma che gli elettori hanno scelto alle ultime elezioni votando il sindaco Montino e la coalizione di centrosinistra. Per la destra ci sono 5 anni di opposizione e mi auguro democratica.

Più informazioni su