Seguici su

Cerca nel sito

“Stadio, vergognoso chiudere un settore per i fatti di Napoli”

Inter Club Nettuno-Anzio: "Per la colpa di pochi pagano tutti, ma la tessera del tifoso a cosa serve?"

Più informazioni su

Il Faro on line – “È vergognoso – dichiarano all’unisono i dirigenti dell’Inter Club Nettuno-Anzio – che il Giudice Sportivo abbia disposto la chiusura del secondo anello verde a pochi giorni dal derby per dei presunti cori discriminanti. Sottolineiamo presunti perché con la Juventus eravamo presenti allo stadio e non abbiamo udito alcun coro razzista, ma, anche in quel caso, il Giudice Sportivo dispose la chiusura del secondo anello verde, squalifica che venne scontata in occasione di un altro big-match: Inter-Fiorentina”
 
“Ci sono persone – continuano i dirigenti- che dedicano tempo e denaro per riportare famiglie e ragazzi allo stadio, affrontando lunghi e faticosi viaggi in pullman di ore e ore solo per tifare novanta minuti la squadra del cuore. Come Inter Club stiamo organizzando la trasferta in pullman dai primi di novembre, abbiamo fatto i salti mortali per acquistare i biglietti per tutti i soci e adesso ci ritroviamo con il pullman svuotato dal Giudice Sportivo, famiglie e ragazzi che non potranno venire allo stadio solo per aver sciaguratamente acquistato il biglietto nel settore sbagliato. Questo, per noi, è un grave danno non solo economico, ma anche d’immagine, considerato che riusciamo ad organizzare il pullman si e no due volte l’anno, proprio con Juventus e Milan”
 
“Per colpa di qualcuno, pagano tutti i tifosi interisti, senza alcun tipo di distinzione e come tanti – concludono i dirigenti – ci domandiamo a cosa serva la tessera del tifoso, considerato che a Napoli erano presenti un centinaio di tifosi interisti, pochi e ben identificabili, mediante proprio la tessera del tifoso che del resto è obbligatoria in trasferta e lo sanno anche i sassi che la maggior parte degli ultras è sprovvisto di tessera. Per quale motivo invece di sanzionare i responsabili dei presunti cori discriminanti, si è colpito un intero settore da quasi 8.000 posti a sedere? Perché alcuni cori sono discriminanti e altri non lo sono (vedi la contestazione della Curva Nord in occasione di Inter-Verona), ma soprattutto perché dobbiamo lasciare a casa dei ragazzi che a Napoli neanche c’erano? Così facendo stanno distruggendo l’unica cosa che fa del calcio una cosa straordinaria: la passione dei tifosi”.
 
Consiglio Direttivo dell’Inter Club Nettuno-Anzio
 
Valerio Scalia
Gaspare Bernardi
Emanuele Atturi
Simone Renzi
Andrea Gervasi
Attilio Rizzi
Fabio Iandolo

Più informazioni su