Seguici su

Cerca nel sito

Ventenne aggredito da tre persone, vendetta sulla piazza di Ardea

L'episodio accaduto nei giorni scorsi, ma nessuno ne parla

Più informazioni su

Il Faro on line – Lite tra giovani, avvenuta verso il fine settimana della scorsa settimana nella centralissima piazza di Ardea sulla rocca.  Un ventenne si sarebbe adoperato per mettere pace tra due fidanzati che discutevano con veemenza tanto da far pensare che la discussione potesse degenerare. In questa occasione, al di là di accese discussione verbali nulla di fatto. Il peggio – stando al racconto che il giovane posta su facebook ad una sua amica – è arrivato dopo: “Avrò anche preso le botte.. ma le ho prese da 3 persone di più di 30 anni.. quando a uno dei 3 il giorno prima l’ho sgrullato faccia a faccia dopo che è venuto a fa il malandrino.. non mi vergogno di niente xche le botte che ho preso passano, ma la figura de m………da che avete fatto voi rimarrà per sempre nella storia del paese de Ardea”.

Non vogliamo entrare in merito o dare giudizi, questo sarà un problema dei magistrati e dei carabinieri, vista la denuncia presentata dopo il referto di dieci giorni per la guarigione. Ma una cosa va detta: come è possibile che nessuno ad Ardea ne parla?  Come mai nessuno ha chiamato i carabinieri che comunque girano anche di nottecon un’auto della tenenza? Possibile che in paese nessuno adulto e ragionevole cittadino sia intervenuto? Siamo certi si tratti di una “normale” lite o dietro c’è sempre la peggior politica, quella dello scontro? Una cosa è certa: ormai sarà anche deventata una cosa “comune”, tanto da non fare più notizia. Ma certo non è una cosa “normale” che in fazzoletto di terra si susseguano, agguati, avvertimenti, minacce, risse, auto incendiate , ecc. ecc.
Luigi Centore

Più informazioni su