Seguici su

Cerca nel sito

Progetto Risocializzazione a Cerveteri

Aperto il bando per la collaborazione della Terza Età all’interno degli Uffici comunali e presso le scuole di Cerveteri

Più informazioni su

Il Faro on line – Riparte il Progetto Risocializzazione, dedicato alla popolazione anziana residente nel Comune di Cerveteri e avviato dall’Amministrazione comunale con bando pubblico pubblicato questa mattina e attivo fino a venerdì 10 gennaio 2014.
“Un bando veramente importante – ha detto Francesca Cennerilli, Assessore alle Politiche alla Persona del Comune di Cerveteri – con cui anche quest’anno diamo un’opportunità ai nostri anziani di affiancare l’Amministrazione comunale nell’erogazione dei servizi pubblici e fare, in questo modo, un lavoro socialmente utile per tutti. Chi aderirà al progetto, infatti, riceverà piccole mansioni all’interno degli Uffici comunali oppure effettuerà servizio di assistenza innanzi alle scuole. Non si tratta solamente di un piccolo aiuto che possiamo dare a chi vive della sola pensione, ma soprattutto un’attività che favorisce la socializzazione e la collaborazione attiva all’interno della società. Dobbiamo combattere fenomeni, purtroppo dilaganti, come l’abbandono e la ghettizzazione degli anziani: i nostri nonni hanno molto da dare e da insegnare, il loro apporto è non solo utile ma indispensabile”.
Per l’anno 2014 il Comune di Cerveteri ha avviato il nuovo bando destinato agli anziani titolari di pensione e residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto il 60° anno di età. Per partecipare sarà necessario compilare il modulo rilasciato dagli Ufficio dei Servizi Sociali comunali e scaricabile dal sito internet www.comune.cerveteri.rm.it, unitamente ad idonea certificazione medica rilasciata dal proprio medico curante, e alla certificazione di Reddito ISEE del nucleo familiare per l’anno 2012 fino a 9.000 euro.
Nel caso in cui la dichiarazione ISEE 2012 sia stata già presentata al Comune per altre prestazioni sociali, il richiedente dovrà dichiarare in calce alla domanda di aver già presentato il documento e che non sono occorsi elementi modificativi nell’anno in corso.
Gli uomini e le donne selezionati saranno inseriti in attività di pubblica utilità quali la sorveglianza di scuole, parchi, giardini e demanio pubblico, supporto alle attività amministrative, il servizio SOS anziani e così via. Tali mansioni non sono da intendersi come prestazioni di lavoro subordinato.
Le richieste devono essere indirizzate ai Servizi Sociali del Comune e presentate all’Ufficio del Protocollo, sito nel Parco della Legnara, entro le ore 12,00 del 10 gennaio. L’esito sarà pubblicato sull’Albo Pretorio e le persone selezionate saranno contattate direttamente dai Servizi Sociali comunali.

Più informazioni su