Seguici su

Cerca nel sito

“Altro che Storace. Il debito della sanità opera del tandem Marrazzo-Montino”

L'approvazione del Bilancio regionale squarcia il velo sulle reali responsabilità. Catini: "E ora il sindaco di Fiumicino ne tragga le conseguenze. Dov'è stato ha fatto solo danni: si dimetta"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il disavanzo di via Cristoforo Colombo non è attribuibile solo alla Giunta presieduta dal fondatore de La Destra, Storace, ma ha cominciato anzi a prendere corpo dagli esercizi 2005, 2006 e seguenti. Cioè con Marrazzo e il centrosinistra al governo del Lazio. A dirlo è l’assessore Sartore in Consiglio regionale, in una delle risposte in sede di approvazione di Bilancio. Una replica votata e approvata dall’Aula della Pisana. Ma cosa dicono la Sartore, la relazione del Comitato presieduto dalla grillina Corrado e i dati della Corte dei conti? Una cosa molto semplice: che il disavanzo complessivo della Regione Lazio ha subìto un incremento notevole a partire dalle annualità 2005, 2006 e seguenti.

A fronte di ciò,  la Pisana ha approvato all’unanimità (unico astenuto Pino Cangemi di Ncd, perché non sono state distribuite le fotocopie) un ordine del giorno unitario che vedeva come firmatari proprio Zingaretti e Storace (ai quali s’è aggiunto il presidente del Consiglio Daniele Leodori) con il quale si dà mandato alla Giunta di rinegoziare il debito trentennale col governo. Quell’odg cita esplicitamente il 2006 (cioè piena era Marrazzo) come l’anno dell’aumento dell’esposizione debitoria della Regione, col deficit sanitario passato da 2 a 3 miliardi. Quel debito si è poi ingigantito negli anni successivi. La Corte dei conti, poi, afferma che i famosi 10 miliardi di deficit non sono da ascrivere solo al quinquennio 2000-2005 amministrato da Storace, ma a tutti gli esercizi della Regione. In quei 10 miliardi, per esempio, ne confluiscono 4,8 attribuibili alla precedente Giunta Badaloni.

“Finalmente la verità è emersa dopo anni di falsità – afferma Il segretario de “la Destra” di Fiumicino Massimiliano Catini -, ma la cosa più eclatante è che il debito attribuito alla giunta Storace si è rilevato un falso storico e quel disavanzo nella realtà è da imputare alla giunta Marrazzo. L’aspetto più strabiliante è che il vicepresidente della giunta Marrazzo era l’attuale sindaco di Fiumicino Esterino Montino, attualmente indagato per vicende legate alla Regione Lazio. E’ il momento che si dimetta”.

Più informazioni su